Teggiano, i ragazzi del servizio civile della Pro Loco in campo con il Cineforum

0
45

I ragazzi del servizio civile al lavoro per aiutare i ragazzi delle scuole in una formazione sana ma soprattutto consapevole. Nell’ambito dei progetti di servizio civile, i giovani che svolgono l’attività presso la Pro Loco di Teggiano, hanno voluto realizzare un progetto che prevede la proiezione di film che trattano temi di particolare attualità che, vengono poi approfonditi alla presenza di ospiti esperti delle tematiche trattate.

Un modo quindi per contribuire nel cercare anche di responsabilizzare i giovani e di renderli consapevoli di quanto accade intorno a loro. Lo scorso 23 novembre il primo appuntamento del Cineforum dei ragazzi del Servizio Civile Universale della Pro Loco presieduta da Biagio Matera che è risultato particolarmente apprezzato dagli studenti e dalle studentesse dell’istituto superiore Leto di Teggiano. Nel dettaglio il progetto, che prevede la trattazione di temi di stretta attualità attraverso la proiezioni di film prevalentemente incentrati sulla valorizzazione del territorio per una maggiore formazione degli studenti, affronta le diverse tematiche attraverso le opere cinematografiche per poi essere approfondite con l’intervento degli esperti che parteciperanno di volta in volta agli appuntamenti. Un progetto che ha raccolto il plauso ed il sostegno dell’intero consiglio di amministrazione della Pro Loco di Teggiano.

“Il Consiglio di amministrazione della Pro Loco Teggiano -ha commentato il presidente Biagio Matera- è particolarmente soddisfatto di questo gruppo di ragazzi del Servizio Civile, che si sta adoperando in varie iniziative culturali. Abbiamo voluto appoggiare l’iniziativa del Cineforum, cogliendone l’importanza culturale e sociale, ma ovviamente va dato merito ai ragazzi del Servizio Civile per averla ideata e organizzata. I temi affrontati sono di grande attualità, e soprattutto -ha concluso Matera- siamo sempre orgogliosi quando abbiamo l’opportunità di coinvolgere i giovani di Teggiano e del Vallo di Diano nelle nostre attività”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here