Sicurezza Vallo di Diano, potenziamento degli impianti videosorveglianza e arrivo di militari specializzati

0
272

La riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è svolto nei giorni scorsi nel Vallo di Diano, pur lasciando nella delusione totale i cittadini, ha visto comunque la prefettura di Salerno attivarsi per migliorare le condizioni di sicurezza delle comunità locali. Potenziamento dei sistemi di videosorveglianza con accelerazione nelle procedure per l’approvazione dei progetti presentati dai comuni e potenziamento della presenza delle forze dell’ordine sul territorio sono due delle azioni messe in campo a tutele delle comunità contro il dilagare di furti e rapine.

Nei giorni scorsi, tre casi di rapine e tentate rapine hanno alimentato ancor più paura nel Vallo di Diano, anche perché, i reati, si sono consumati a distanza di poche ore l’uno dall’altro. La rapina presso l’istituto bancario di Atena Lucana dove è stato scassinato un bancomat; la tentata rapina ai danni di un portavalori giunto davanti all’ufficio postale della centralissima Via Mezzacapo di Sala Consilina, peraltro in un orario in cui il centro è particolarmente popolato, mettendo a rischio anche la vita di un residente intendo a svolgere delle operazioni allo sportello automatico; malviventi che hanno tentato anche di mettere a segno una rapina presso l’ufficio dell’Agenzia Compass, sempre a Sala Consilina. Una serie di fatti che vedono a lavoro le forze dell’ordine che, per le indagini, possono anche contare sulle immagini delle telecamere di videosorveglianza poste lungo tutto il territorio. Immagini che hanno consentito di individuare auto sospette che risultano peraltro rubate. Una serie di vicende che, già all’indomani dell’incontro presso il Polo Cappuccini, avevano spinto ad aumentare l’attenzione e i controlli sul territorio, disponendo l’arrivo di militari specializzati.

Da alcuni giorni, infatti, nel Vallo di Diano, sono operativi 5 carabinieri della Squadra di Intervento Operativo a supporto dei militari in servizio sul territorio. Inoltre le telecamere di videosorveglianza presenti, saranno ulteriormente incrementate in tutta la provincia di Salerno come annunciato dal Prefetto. Sono 59 i comuni che si sono visti approvare i progetti per incrementare gli impianti di videosorveglianza. Per il Vallo di Diano sono 7 i comuni beneficiari ossia: Sala Consilina, Montesano sulla Marcellana, Casalbuono, Padula, Monte San Giacomo, Polla e Sant’Arsenio. A questi si aggiunge anche Buonabitacolo che ha presentato il progetto in associazione con il comune di Caselle in Pittari. Potenziamento della videosorveglianza anche nel Golfo di Policastro per i progetti presentati da Santa Marina, Camerota e, in associazione Vibonati-Torraca. Arriva dunque la risposta del Prefetto di Salerno agli allarmi lanciati nel corso del Comitato di Ordine e Sicurezza Pubblica nel corso del quale, in particolare il Sindaco e presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Francesco Cavallone, aveva sottolineato come, per il territorio, la percezione di insicurezza e scarsa protezione era alta, pur se i dati, parlavano di numeri irrisori e mai, sul territorio, si erano registrati così tanti reati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here