Teggiano, chiusura scuola infanzia centro storico: proteste dei genitori; i chiarimenti dell’amministrazione

0
327

Un confronto con i cittadini del centro storico di Teggiano ed in particolare con le famiglie dei 6 bimbi che frequentano la scuola d’infanzia destinata alla chiusura. L’amministrazione comunale, in seguito anche alle recenti polemiche che si sono diffuse per la decisione assunta dal Provveditore degli studi di Salerno che ha disposto la chiusura del plesso a causa dell’esiguo numero di bimbi iscritti.

Una decisione che sta facendo discutere per la chiusura di un servizio fondamentale e su cui, secondo quanto emerge e come documentato, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Di Candia, pur a seguito diversi tentativi, nulla pare abbia potuto contro tale provvedimento, Nei giorni scorsi, davanti alla scuola, è apparso un cartello in cui si manifestava la ferma opposizione alla chiusura del plesso sottolineando “i nostri bambini non sono pacchi da spedire” rimarcando dunque sulla possibilità che i piccoli, dal prossimo anno scolastico 2024/2025, saranno costretti a frequentare le scuole dell’infanzia nei plessi presenti in altre frazioni teggianesi.

Questo pomeriggio alle ore 17,300, un incontro pubblico tenterà di fare chiarezza sulla vicenda con l’amministrazione Di Candia e la Dirigente scolastica della scuola, per far luce sui fatti descrivendo anche le azioni svolte in successione per cercare di evitare che, dal provveditore, potesse essere assunta la definitiva decisione di chiusura. Per quanto disposto, a fianco delle famiglie dei bimbi, è sceso in campo anche il consigliere comunale indipendente Conantonio D’Elia che, attraverso il suo profilo social, ha descritto la vicenda come ” l’ennesimo pericoloso campanello d’allarme di una politica comunale ormai distante dai reali bisogni della collettività, ma tesa purtroppo solo alla soddisfazione degli interessi dei singoli per utili ritorni elettorali”. Un attacco dunque all’amministrazione comunale a cuiha chiesto la convocazione di una riunione pubblica per rispondere alle domande poste dallo stesso consigliere.

Nel post  a firma di Conantonio D’Elia si legge: ” ci dica ufficialmente il Sindaco e l’Amministrazione Comunale: perché chiude il plesso scolastico dell’infanzia di Teggiano Centro Storico; cosa è stato materialmente fatto per evitare ciò; cosa è stato fatto perché si aggregasse un numero minimo di bambini utile per il mantenimento della struttura; perché le famiglie interessate sono state messe al corrente della chiusura solo ora, quando le preiscrizioni chiudono a gennaio; quali le soluzioni (nella deprecata ipotesi che non siano in grado di scongiurare la chiusura) per quanto meno “attutire” il disagio conseguente, come ad esempio la messa in opera di un servizio di trasporto gratuito, sovvenzioni economiche per il maggior costo derivante dal trasferimento”- Quesiti a cui il sindaco Di Candia, la sua amministrazione, e la dirigente scolastica, rispondono attraverso l’incontro pubblico in programma nel pomeriggio di oggi alle 17,30 presso il Complesso della SS Pietà di Teggiano, partendo dal documento emesso dal Provveditorato degli Studi di Salerno che il primo cittadino Michele Di Candia rende noto alle famiglie e ai cittadini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here