Auletta, a Bianco Tanagro il valore dei piccoli borghi con Franco Arminio

0
216

Franco Arminio, paesologo, è stato il personaggio di spicco di questa 12esima edizione del Festival del Carciofo Bianco del Tanagro. Una presenza che, oltre a dare valore al prodotto tipico della tradizione agricola locale, ha anche messo in risalto il valore dei piccoli borghi. Nella mattinata di ieri 1 maggio, infatti, si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Carciofo D’Oro. L’incontro, moderato dalla giornalista esperta Antonella Petitti, ha visto anche gli interventi di Antonio Mastrandrea, responsabile della Segreteria della Direzione Generale della BCC Monte Pruno, e della presidente della Fondazione MIdA Maria Rosaria Carfagna, oltre che del presidente della Pro Loco Giuseppe Lupo e del Sindaco di Auletta Pietro Pessolano. A ricevere il premio Carciofo D’Oro per la IX edizione il noto paesologo Franco Arminio che ha messo in particolare in evidenza il valore dei piccoli borghi e le potenzialità future

Nella serata, sempre presso il luogo culturale della manifestazione, l’antico Jesus, si è svolto un nuovo appuntamento culinario con show cooking e valorizzazione delle specialità gastronomiche del territorio. Un evento che, per questa 12esima edizione, ha visto la creazione di un gemellaggio tra Monte San Giacomo e Auletta nel nome dei due specialità agroalimentari locali. Nel corso della serata, infatti, moderata dalla giornalista Antonella Petitti e alla presenza anche dell’Assessore alla Comunità Montana Vallo di Diano Antonio Pagliarulo e della Sindaco di Monte San Giacomo Angela D’Alto è stato sancito il gemellaggio tra Patan e cici di Monte San Giacomo e il carciofo Bianco del Tanagro, con la preparazione del piatto Patan e cici con corciofo Bianco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here