Stoccarda, omicidio-suicidio l’ipotesi per la morte dei ristoratori italiani

0
519

Omicidio-suicidio o violenta lite sfociata nella morte a seguito delle ferite riportate. Sono queste le due ipotesi al vaglio degli inquirenti tedeschi che stanno indagando sulla morte degli amici ristoratori italiani, di cui uno originario di Caggiano, i cui corpi senza vita sono stati ritrovati all’interno del locale che gestivano insieme.

Gianni Valle, originario di Roccagorga in provincia di Latina e Rosario Lamattina, originario di Caggiano nel salernitano, sono stati ritrovati esanimi nell’ufficio del loro locale, il ristorante “Valle” che gestivano insieme, dopo la segnalazione arrivata dal familiare di uno dei due che, non avendo notizie di uno dei ristoratori da troppe ore ha chiesto l’intervento della polizia di Stoccarda, città dove i due italiani vivevano e dove avevano aperto il noto locale.

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno rinvenuto i corpi privi di vita, riversi in un mare di sangue e con diverse ferite da arma da taglio, nell’ufficio posto nel seminterrato del locale e chiuso a chiave dall’interno. Ed è proprio questo ultimo elemento che porta gli investigatori tedeschi ad escludere l’ipotesi di un duplice omicidio avvenuto per mano di un terzo soggetto implicato nella vicenda. Pare infatti che, a seguito dei rilievi effettuati dalle forze dell’ordine sul posto, non siano emersi elementi o dettagli che potrebbero far ipotizzare un duplice omicidio da mano ignota o una rapina finita male. I due ristoratori, entrambi di 53 anni, erano legati da profonda amicizia tanto Valle, era stato spesso ospite della famiglia di Rosario Lamattina a Caggiano.

Un legame forte che li aveva portati insieme a raggiungere successi nel campo della ristorazione in Germania. Un’amicizia che si è poi conclusa in tragedia, secondo la polizia tedesca, a causa di una lite i cui motivi non sono ben chiari anche se l’ipotesi più accreditata e che, alla base del litigio potrebbero esserci motivi economici per la volontà di Valle di vendere il locale. Un litigio feroce che avrebbe poi portato i due a colpirsi con fendenti. Non è ancora del tutto chiaro se la morte dei due sia arrivata a seguito omicidio dell’amico da parte di uno dei due e il successivo suicidio dell’amico aggressore, oppure se, nel corso della colluttazione, i due si siano colpiti a morte vicendevolmente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here