Sabato a Pollica La Marcia della Legalità: tanti i cittadini e i sostenitori

0
96

Sabato c’è stata a Pollica la Marcia della Legalità a 13 anni dall’assassinio di Angelo Vassallo. “Sarà l’ultima – ha affermato il fratello Dario, presidente della Fondazione dedicata al Sindaco Pescatore – perché entro un anno gli assassini di Angelo saranno assicurati alla giustizia. Questo avverrà domani o fra 364 giorni, ma avverrà”.

Nel cuore di Pollica c’erano tanti cittadini e sostenitori. Tutti insieme si sono mossi in silenzio, dalla Grande Onda al luogo dove, il 5 settembre 2010, l’allora sindaco ha perso la vita, ucciso da una mano omicida, ad oggi ignota. Nessun mandante, nessun colpevole.  Il lungo striscione che chiede verità scivola attraverso le strade di Acciaroli, in un silenzio assordante.

È mio dovere richiamare l’attenzione pubblica, a 13 anni dall’assassinio di mio fratello che – dichiara Dario Vassallo – rappresentava una voce scomoda e indipendente nella politica abituale del territorio. Una voce che ha sempre cercato di difendere i valori e l’identità della sua comunità. È evidente che dava fastidio a coloro che intendevano sfruttare questo territorio. In questo tragico crimine, la giustizia deve intensificare i suoi sforzi per trovare la verità. La marcia non è solo un omaggio ad Angelo, ma alla democrazia, allo Stato, alla Costituzione. Sicuramente arriveremo alla verità entro un anno. Noi però non abbasseremo mai la guardia, neanche dopo aver preso gli assassini di Angelo”.

Un discorso commovente tenuto sul luogo del delitto, in cui Dario Vassallo sottolinea la necessità di mantenere viva la memoria di Angelo, un Sindaco che ha dato la sua vita per proteggere e preservare il territorio che amava.

La Fondazione Angelo Vassallo e il Movimento giovanile che sta emergendo in questo territorio – assicura – continueranno a difendere e proteggere i valori e la storia della nostra terra. Angelo è stato un esempio per moltissimi amministratori e giovani che ogni anno si impegnano a Pollica per mantenere viva la sua memoria contro chi intende cancellare la memoria di Angelo Vassallo dalla storia del territorio. Non permetteremo che venga dimenticato, e continuerà a essere un faro per tutti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here