Salerno, bancarotta fraudolenta e mancato versamento imposte: nei guai amministratore di una società

0
116

Immobili per un valore di 400 mila euro sono stati posti sotto sequestro dalla Guardia di Finanza di Salerno su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno ai danni di un’azienda ritenuta responsabile del reato di bancarotta fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Ad operare i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Salerno che hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminare avente oggetto beni immobili situati nei comuni di Salerno e Pontecagnano Faiano. Secondo l’ipotesi accusatoria, a seguito indagini, è stata confermata dal GIP del Tribunale di Salerno, a carico dell’amministratore della Società Alfa Ossigeno SRL che opera nel settore della produzione e dell’imbottigliamento di gas terapeutici e medicinali, è stato ritenuto responsabile di una serie di raggiri che avrebbero comportato oltre al caso di bancarotta, anche il mancato versamento delle imposte dovute all’erario per un valore complessivo di 430 mila euro.

Dalle indagini è infatti emerso che l’amministratore della società avrebbe effettuato solo una parte del versamento dovuto all’erario per una somma di oltre 1 milione di euro. Dagli elementi emersi nell’ambito dell’operazione della Guardia di Finanza di Salerno, è stato dunque disposto il sequestro preventivo dei beni immobili per il valore di 400 mila euro mentre all’amministratore della Società interessata vengono contestati i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Si tratta, ovviamente di un provvedimento cautelare che è suscettibile di impugnazione e, le accuse, saranno comunque sottoposte al vaglio dei giudici nelle successive fasi del procedimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here