Padula, la fondazione Ampioraggio in visita presso la certosa di San Lorenzo che ospiterà una tappa di Ampioraggio day

0
614

Seppur non è stata scelta della sede di JazzInn 2024, la Comunità Montana Vallo di Diano, si è classificata comunque secondo nella classifica grazie al progetto realizzato dai ragazzi di Monaci Digitali che hanno voluto proporre all’ente montano, in ottica di raccolta dell’intero territorio, l’iniziativa. Il progetto, subito accolto dall’assessore al Turismo dell’ente montano Antonio Pagliarulo che ha lavorato all’unità dei 15 comuni per un progetto comune di valorizzazione attraverso l’innovazione, si è classificato al secondo posto dietro al comune di Merano che, dal 7 al 13 ottobre ospiterà il Jazz Inn 2024.

I quattro territori finalisti, in virtù del risultato raggiunto che li ha visti emergere tra 67 territori partecipanti, ospiteranno l’Ampioraggio Day ed una diu tali giornate si terrà nel Vallo di Diano presso la Certosa di San Lorenzo, dove è ubicata la sede dei Monaci Digitali, laboratorio di innovazione territorial. Un’occasione unica per approfondire le tematiche legate all’innovazione e allo sviluppo sostenibile del Vallo di Diano. I referenti della fondazione sono dunque arrivati a Padula per visitare la sede di uno degli Ampioraggio Day. Un evento reso possibile grazie al lavoro dei Monaci Digitali, promotori dell’iniziativa, in collaborazione con la Comunità Montana che non ha esitato ad accogliere l’invito a supportare l’idea. Nel corso del fine settimana scorsi, dunque la delegazione della fondazione ha visitato Padula per recarsi successivamente a San Giovanni a Piro altra località finalista del concorso.

Ad accoglierli presso la Certosa di San Lorenzo, una delegazione dei rappresentati istituzionali locali a partire dalla sindaca di Padula Michela Cimino, visitando il monumento certosino, ammirandone le bellezze in esso custodito e per conoscere la storia dei certosino. A seguir sono stati accolti presso la sede dei Monaci Digitali, accolti da Gianluca Vegliante che ha illustrato il progetto di creare un ecosistema locale di innovazione, promuovendo modelli organizzativi che possano generare valore per il territorio. Ad intervenire anche l’assessore alla comunità Montana Antonio Pagliarulo che è intervenuto sul tema della lentezza come necessità per sottrarsi all’urgenza che ormai e parte delle nostre giornate, puntando dunque a rallentare per concederci tempo prezioso per cambiare e da dove arriva anche il claim di promozione del Vallo di Diano “Rallenta ti portiamo lontano”.

Tra gli interventi della mattinata anche Daniele Pugliese di Casa Surace e Giuseppe Mea, giovane imprenditore che ha deciso di tornare per investire sul territorio dando vita ad un’azienda di olio. Le conclusioni dell’incontro sono state affidate a Giuseppe De Nicola della Fondazione Ampioraggio e da due rappresentati del Comune di Merano che ospiterà Jazz Inn 2024.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here