Ospedali di Polla e Sant’Arsenio, la Cgil interviene su carenza di personale

0
81

Si preannuncia un’estate difficile secondo la Ciglspi che, in una lunga nota attacca la direzione generale dell’Asl di Salerno sulla gestione dei presidi ospedalieri con particolare riferimento al Curto di Polla con un passaggio anche sulla mancata attivazione di alcuni servizi presso la struttura di Sant’Arsenio tra cui anche l’ospedale di comunità. Il personale e il mancato arrivo di unità a supporto dei reparti trai punti toccati dall’organizzazione sindacale manifestando anche sconcerto per la decisione dei medici di chirurgia di chiedere il trasferimento presso altro presidio in un momento di grave difficoltà per il presidio.

“Da tempo – scrivono dal sindacato – denunciamo che troppe unità operative sono sotto organico, con conseguente sospensione delle attività ordinarie. Buon ultimo il reparto di Chirurgia generale che per carenza di dirigenti medici, i pazienti vengono dirottati presso l’ospedale di Oliveto Citra. Certo – continuano – che la posizione assunta da parte di alcuni dirigenti medici dello stesso reparto, con la richiesta di trasferimento ad altro ospedale ci lascia al quanto sorpresi e scioccati”. E non manca poi un passaggio sulle liste d’attesa che restano lunghe nonostante nelle unità operativeinteressate non si registrino carenze di personale.

“È evidente che vi è una grave responsabilità dell’ASL di Salerno – scrivono dalla CIGl– sia nel non volersi confrontare con le OO SS, sia nella governance delle direzioni mediche di Presidio, quasi sempre affidate a dirigenti medici a cui viene deliberata la funzione ma non il riconoscimento economico contrattuale volutamente precari e quindi senza la dovuta autonomia. In attesa di una programmazione seria sul futuro della sanità salernitana – continuano in conclusione – sono urgenti due cose con l’arrivo dell’estate: garantire adeguato personale e che i dirigenti medici si facciano carico di coprire i turni nei presidi dove si registrano maggiori carenze”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here