Capitale italiana della Cultura 2021, 44 città candidate: il maggior numero dalla Campania

0
6

{vimeo}382753183{/vimeo}

Chiusi termini per la presentazione delle candidature come capitale italiane della cultura 2021 è ora tempo di presentare il bilancio. Dal Ministero dei Beni e attività culturali e del turisno fanno sapere che sono state 44 le città che si sono proposte, in tutta Italia per ottenere il titolo che potrebbe garantire un flusso turistico interessante ed una maggiore promozione territoriale e dei beni storico culturali presenti. Cresce notevolmente l’interesse e la partecipazione al programma di valorizzazione culturale del Mibact.

Nel 2018, infatti furono 31 le città che presentarono le candidature come Capitale Italiana della Cultura 2020 con la scelta ricaduta poi sul progetto presentato per la città di Parma. 13 in più, quindi 44 le città candidate per il 2021, afferenti a 17 delle 20 regioni italiane con il sud che ha presentato il maggior numero di proposte con ben 3 regioni del mezzogiorno che sono ai primi posti per numero di candidature.

Si tratta della Puglia che conta ben 7 comuni candidati come capitale della cultura 2021. Seguita dalla Campania che candida 6 città di cui due nel Vallo di Diano, Teggiano e Padula, 1 nel Cilento, Capaccio Paestum, 1 nei Picentini Giffoni Valle Piana e 2 nel napoletano Castellammare di Stabia e Procida. La Sicilia al terzo posto per numero di candidature presentandosi alle selezioni con 5 città. Per il centro nord le Regione che hanno presentato il maggior numero di candidature sono il Veneto e la Toscana che propongono 4 città , quindi l’Emilia Romagna con 3 candidature di cui 2 unioni di comuni, così come le Marche con 3 città. 2 le città candidate sia per il Lazio che per la Sardegna. Infine 1 candidatura ciascuna per le regioni di Abruzzo, Basilicata con Venosa, Calabria con Tropea, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Molise e Piemonte.

Nessuna Candidatura invece per l’Umbria, la Valle d’Aosta e il Trentino Alto Adige. Ora si passa al passaggio fondamentale per ottenere il titolo e, di conseguenza, i finanziamenti per la valorizzazione del territorio, ossia la presentazione del dossier relativo al progetto di promozione e valorizzazione culturale del territorio. Dossier che dovrà essere consegnato entro e non oltre il 2 marzo per poter partecipare alla selezione.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here