Vallo della Lucania, usò arma giocattolo in una scuola: studente sospeso

0
49

Sparò con una pistola a pallini nel corridoio della scuola e una professoressa restò ferita. L’episodio avvenne, lo scorso ottobre, in un Istituto superiore di Vallo della Lucania dove il direttore dell’Ufficio scolastico regionale inviò subito gli ispettori per vederci chiaro su quanto accaduto per mano dello studente.

Ci sono ora novità. La scuola ha preso provvedimenti: il ragazzo è stato sospeso per 4 giorni, è infatti tornato solo ieri in classe dopo lo stop delle vacanze natalizie. Non solo – come riporta IlMattino – Per lui è anche previsto un periodo di lavoro socialmente utile che il ragazzo starebbe svolgendo.

Il 15enne, iscritto al secondo anno delle superiori, prima di entrare in classe, si trovava con altri compagni nel corridoio quando avrebbe estratto dallo zaino una pistola a pallini da cui sarebbero partiti accidentalmente i colpi che ferirono la docente alle spalle. Fu colpita di striscio quindi non riportò gravi ferite. Quanto accadde fu subito trattato come un gesto preoccupante che avrebbe potuto avere conseguenze importanti e perché avvenne all’interno di una scuola. L’episodio scosse la comunità scolastica e non solo. Arrivarono a Vallo della Lucania gli ispettori dell’Ufficio scolastico regionale chiarire l’accaduto con esattezza.

Il provvedimento deciso ora più che una punizione è una misura educativa che la scuola ha adottato per scoraggiare altri episodi del genere, per far capire a lui e agli altri studenti la gravità dell’episodio che non doveva verificarsi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here