Sanza “Borgo dell’accoglienza” esempio virtuoso protagonista nelle Marche

0
166

L’esempio virtuoso di Sanza “Borgo dell’accoglienza” protagonista nelle Marche, la settimana scorsa, nell’ambito dell’iniziativa ArtLab. Una due giorni a Montalto con sessioni plenarie e gruppi di lavoro, incentrate sul confronto tra le delegazioni dei Comuni e i responsabili istituzionali e sul coinvolgimento delle imprese, per stabilire collaborazioni efficaci nei diversi ambiti.

Presenti le rappresentanze dei Comuni vincitori dei progetti del Bando borghi che hanno incontrato l’unità di missione Pnrr del ministero della Cultura, i dirigenti delle Regioni, l’Anci, le imprese e le rappresentanze del mondo imprenditoriale per individuare strategie operative e strumenti capaci di garantire un’attuazione efficace e coerente dei 21 progetti. A Montalto, dunque, anche la delegazione di amministratori del Comune di Sanza, guidata dal sindaco Vittorio Esposito. Il contributo di Sanza alla due giorni si è basato sulla riflessione in merito alle tante difficoltà registrate in tutte le regioni nella spesa dei fondi Pnrr, dove però emerge il caso di Sanza che, con il supporto della Regione Campania, sta portando avanti, nel rispetto assoluto dei tempi,  il progetto “Sanza borgo dell’accoglienza”, destinatario di un finanziamento di 20milioni di euro da parte del Ministero dei Beni Culturali nell’ambito dei fondi Pnrr per la rigenerazione dei borghi e la lotta allo spopolamento.

Il borgo rientra tra i progetti d’investimento previsti in Campania per complessivi 11 miliardi di euro. Si tratta dell’unico progetto pilota selezionato in Campania, alla pari di altri progetti, uno per singola regione. Il progetto Sanza “Borgo dell’accoglienza” prevede un sistema di albergo diffuso nel centro storico, con camere e servizi dislocati in edifici diversi; residenza e spazi co-working; residenza e spazi per la terza età.  Un progetto che ora è nella fase di perfezionamento dell’acquisto dei fabbricati da parte del comune. A breve anche il via alla riqualificazione. Nel mentre si è proceduto a realizzare la nuova piazza Plebiscito ed è in corso la realizzazione del progetto di illuminazione artistica dell’attrattore del borgo: la torre Medioevale. Contestualmente nelle prossime settimane partirà la progettazione definitiva dell’area camper e della rete dei sentieri previsti nel progetto, mentre la struttura dell’antico monastero di San Francesco diverrà area espositiva e museale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here