Padula, il Ministro Sangiuliano in Certosa. L’annuncio: monumento tra gli enti museali autonomi; puntare sulla cultura ovunque

0
292

Il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano nel suo tour a sud della provincia di Salerno, accompagnato anche dal Senatore Antonio Iannone, ha raggiunto nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 17 maggio, il Vallo di Diano accolto presso la Certosa di San Lorenzo.

Una visita che è stata occasione anche per illustrare le idee e le azioni che il Ministero da lui guidato, sta portando avanti per rilanciare la cultura in ogni sua sfaccettatura in tutta Italia. Un progetto che punta prevalentemente a far si che, anche i piccoli borghi, possano fruire di spazi adeguati, oltre a puntare sui piccoli e grandi attrattori per lo sviluppo del settore turistico

Una idea di rilancio che vede coinvolta anche la Certosa di San Lorenzo a Padula partendo dalla prossima individuazione del monumento certosino come ente autonomo con un proprio direttore. Nei prossimi mesi, infatti, come annunciato dal Ministro, il suo dicastero procederà con la modifica di ulteriori 20 siti monumentali in autonomi e, tra i 20 ci sarà anche la Certosa e Padula.

Nel corso della sua visita in Certosa, salutato e accolto con applausi anche da scolaresche in visita presso il settecentesco monumento che il Ministro ha salutato con affetto, ha anche avuto modo di visitare e di conoscere il lavoro profuso dai Monaci Digitali. Inoltre ha illustrato la nuova app Musei Italiani che consente di poter prenotare e acquistare i biglietti d’ingresso in tutti i siti museali italiani, compresa la Certosa, potendo usufruire del biglietto in qualsiasi momento senza la necessità di fissare data e ora.

L’incontro è proseguito presso la Sala del Refettorio in Certosa alla presenza di tante persone e cittadini.

Unica nota stonata dell’evento l’assenza di numerosi sindaci del comprensorio che non si sono presentati per rendere omaggio al Ministro Sangiuliano, primo ministro dopo oltre un trentennio a venire nel Vallo di Diano per conoscere il territorio e per parlare di progetti e future azioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here