A Atena Lucana un centro raccolta e distribuzione carne di cinghiale

0
105

Anche nel Vallo di Diano ci sarà un centro raccolta e conservazione delle carcasse di cinghiali abbattuti, vista la decisione arrivata dal Governo di potenziare le attività di depopolamento degli ungulati su tutto il territorio nazionale- Da diversi anni, ormai, i cinghiali sono diventati un vero e proprio problema in tutta Italia a seguito anche del loro ormai avvicinarsi senza timore alle città alla ricerca di cibo.

Il sovrannumero, infatti, ha provocato non pochi problemi e sono stati diversi gli avvenimenti di cronaca che li hanno visti protagonisti. A ciò, in questo anno che si avvia a conclusione, si è aggiunta anche la diffusione di peste suina africana che ha costretto all’abbattimento di numerosi capi di suini non selvatici per il timore di diffusione del peste.

Il Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni, da alcuni mesi, si è attivato con la formazione di nuovi selecontrollori destinati ad intervenire sui territori afferenti all’area protetta dove sono in attivazione anche 4 centri di raccolta delle carcasse di cinghiali a Felitto, Roscigno, Cuccaro Vetere e Morigerati.

A ciò si aggiungono altri centri raccolta in fase di attivazione voluti dalla Regione Campania ed in particolare dall’Assessore Nicola Caputo che, nei giorni scorsi, è stato in visita ad Atena Lucana dove ha incontrato il Sindaco Luigi Vertucci per l’attivazione di un centro di raccolta cinghiali al servizio dell’area a sud della provincia e dei territori che, nei mesi scorsi, sono stati individuati come zona rossa a seguito individuazione di carcasse di cinghiali morti per effetto della psa.

“Il centro raccolta di Atena Lucana -come spiegato dal Sindaco Luigi Vertucci – sarà anche destinato alla commercializzazione della carne da cinghiale ma, per far ciò, si occuperà prima di tutto della verifica dei capi abbattuti al fine di assicurare la vendita di carne di qualità. Il centro – spiega ancora Vertucci – sarà infatti dotato di una grande cella frigo dove i capi saranno conservati durante le attività di verifica non solo per sancire la salubrità dell’animale in generale ma anche per verificare che non sia stato contratto il virus della PSA”. Ad Atena Lucana dunque, sorgerà il centro dove sarà possibile acquistare carne di cinghiale assolutamente sicura e controllata.

Oltre alla visita ad Atena presso il Centro Raccolta, l’Assessore Caputo, nel suo giro nell’area a sud di Salerno, è stato anche a Sala Consilina dove ha incontrato i responsabili del Centro Servizi Regionale per l’Agricoltura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here