Sala Consilina. Il Comune si candida al programma “WIFI4EU”

0
5

{vimeo}261986136{/vimeo}

Il comune di Sala Consilina punta sull’innovazione tecnologica. In questa direzione l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cavallone ha avanzato la propria candidatura per ottenere uno dei 1000 buoni previsti dal programma “WiFi4EU” finanziato dalla Comunità Europea per installare punti di accesso Wi-Fi in spazi pubblici. Il Bando prevede una prima fase di “registrazione” da parte dei Comuni interessati, avviata lo scorso 20 marzo, ed alla quale il Comune di Sala Consilina ha immediatamente aderito. Il comune di Sala Consilina era già a lavoro su questo progetto e non si è fatto cogliere impreparato.

“Avevamo avuto sentore che l’Unione Europea avrebbe dato a breve questa opportunità – sottolinea il consigliere con delega all’innovazione Elena Gallo – i nostri tecnici nelle scorse settimane avevano già provveduto a delineare il progetto e ad elaborarne la parte «burocratica», in modo da farci trovare pronti al momento opportuno”. L’amministrazione comunale salese aveva dunque nel mirino un servizio di WiFi gratuito e attendeva il momento giusto. “Abbiamo monitorato il settore attentamente –spiega Elena Gallo- per individuare ogni opportunità. Il problema è ovviamente quello dei costi, non tanto per l’acquisto e l’installazione delle apparecchiature WI-FI (i punti di accesso senza fili), ma piuttosto per le infrastrutture necessarie per fornire l’Ente di un valido strumento di Log Management, che consenta l’autenticazione degli utenti e la registrazione degli accessi. Tutto ciò, ovviamente, per motivi legati alla sicurezza”.

Il finanziamento di 15mila euro messo a disposizione dalla Comunità Europea consentirebbe l’attivazione del servizio. Dopo aver effettuato la fase di registrazione, il Comune di Sala Consilina attende ora l’apertura vera e propria del Bando, prevista a metà maggio 2018. I Comuni registrati, con in prima fila Sala Consilina, potranno a quel punto presentare la domanda per il primo lotto di 1000 buoni WiFi4EU. Nei prossimi due anni saranno pubblicati dall’Unione Europea altri quattro inviti WiFi4EU.

Giuseppe Opromolla

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here