Polla, al Convento di Sant’Antonio la mostra “La voce e il miracolo”

0
195

Sta attraversando l’Italia e per il mese di maggio sarà a Polla la mostra “Sant’Antonio: la voce e il miracolo – Espressioni del contemporaneo”, inaugurata sabato scorso al santuario di San’Antonio, nella Cappella dell’Immacolata. L’inaugurazione ha visto i saluti di fra Marco Maria della Rocca guardiano della locale fraternità dei frati minori, del sindaco Massimo Loviso, di Enzo Del Bagno, ministro dell’Ordine francescano secolare (Ofs) di Polla, e la presentazione di suor Maria Gloria Riva, curatrice della mostra che, proveniente dalla Basilica del Santo a Padova, sarà allestita a Polla fino a domenica 28 maggio. A moderare l’incontro è stato Alberto Friso, responsabile organizzativo del Progetto Antonio800.

L’esposizione di arte contemporanea, a 800 anni dall’arrivo di Sant’Antonio in Italia, attraverso le opere di ventisette artisti italiani, si propone di provocare la riflessione e ripensare nell’oggi le figure dei santi Antonio e Francesco, come la curatrice ha spiegato: “Ripensare, nella contemporaneità, a Sant’Antonio di Padova è una sfida – ha affermato suor Maria Gloria Riva- . Secoli di storia hanno cristallizzato la sua figura dietro a una miriade d’immagini, a volte sdolcinate, altre volte possenti: il giglio, il bambino, il saio francescano. Ripensare Antonio in relazione alla compagnia di quel grande santo fondatore che cambiò la sua vita, Francesco, anche questa è una sfida”.

Con Polla, la mostra segna l’undicesima tappa del suo lungo viaggio in Italia, avviato a fine 2020 con l’esordio nel Museo Antoniano di Padova. A questa edizione ne seguirà un’altra nel territorio salernitano, a giugno negli spazi della Basilica di Sant’Antonio di Nocera Inferiore. Mentre la prima nel salernitano è stata a Cava de’ Tirreni nel mese di aprile. Diverse le realtà locali che hanno contribuito all’allestimento a Polla. L’iniziativa si inserisce nel contesto delle celebrazioni per gli anniversari antoniani riferibili al Progetto «Antonio800», voluto dai frati minori conventuali della Basilica di Sant’Antonio in Padova, dall’associazione culturale Di.Segno di Padova e dal mensile «Messaggero di sant’Antonio».

La mostra, nel cinquecentesco Santuario di Sant’Antonio di Polla, dal 2010 noto con l’appellativo «delle lacrime» a causa della prodigiosa lacrimazione della statua del Santo nel giugno di quell’anno, sarà, dunque, visitabile fino a domenica 28 maggio da lunedì a sabato ore 9.00 – 12.00 e 15.00 – 17.00; martedì anche ore 19.00 – 20.00; domenica ore 16.00 – 18.00.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here