Sant’Arsenio. L’IIS “Sacco” partecipa al programma Global EduChange

0
12

{vimeo}268759256{/vimeo}

Anche l’Istituto Sacco di Sant’Arsenio ha aderito all’iniziativa promossa dall’AIESEC (Associazione Internazionale di Studenti in Scienze Economiche e Commerciali) che, attraverso la scuola punta a diffondere sentimenti di uguaglianza soprattutto tra i giovani e ridurre le differenze economiche tra i diversi Paesi. Da qui l’iniziativa che ha portato a Sant’Arsenio, per 6 settimane, 2 ragazze del KenYa accolte dalla dirigente scolastica Rosaria Murano e dall’amministrazione Comunale del sindaco Donato Pica, seguite dalla prof.ssa Viviana Massa, responsabile del progetto “Educazione alla diversità e al multiculturalismo”.

Le due ragazze volontarie, ospiti della comunità santarsenese in questi giorni sono quindi protagoniste dell’iniziativa di soggiorno linguistico e scambio culturale altamente formativo che consente loro di apprendere metodologie di studio e attività didattiche che amplieranno le loro vedute favorendo una formazione professionale di qualità che potrà poi essere adottata nei loro Paesi per favorire lo sviluppo. L’istituto Sacco, seguendo l’indicazione del MIUR che, lo scorso settembre aveva presentato il progetto Global EduChange, ha voluto aderire all’iniziativa rivolta agli istituti d’istruzione superiore che gode anche del supporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per migliorare la qualità del sistema educativo italiano. Il progetto del Sacco, è ampio e articolato, soprattutto è interassente per i valori umani da trasmettere ai propri studenti cercando di ampliare i loro orizzonti e farli entrare in contatto con altre realtà economiche mondiali dove il benessere economico è difficile da perseguire. Oltre quindi alla didattica in se, si punta anche ad una educazione sociale degli alunni per sensibilizzarli su tematiche legate a ingiustizie e diversità per abituarli a difendere valori umani come l’uguaglianza e fratellanza. 

“L’Istituzione – spiega la Prof.ssa Viviana Massa – favorisce tutte le iniziative finalizzate ad acquisire adeguate conoscenze e competenze capaci di promuovere uno stile di vita sostenibile anche tramite un’educazione volta alla diffusione e conoscenza dei diritti umani,  alla priorità di genere, alla promozione di una cultura pacifista che prediliga la non violenza, alla cittadinanza globale e alla valorizzazione delle diversità culturali”

Anna Maria Cava

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here