Sala Consilina, il comune sollecita interventi per la pace a Gaza: l’iniziativa del presidente Maria Stabile

0
16

{vimeo}102125122{/vimeo}
Il Presidente del consiglio comunale di Sala Consilina Maria Stabile, scrive al Ministro degli affari esteri riportando nella nota le riflessioni presentate in occasione del consiglio comunale svoltosi lo scorso 21 luglio e inerenti i gravi conflitti che si stanno consumando in tutto il mondo devastando interi territori e uccidendo migliaia di persone innocenti. In particolare Maria Stabile focalizza le sue riflessioni sul conflitto tra Israele e Palestina, con la striscia di Gaza che ormai da intere settimane è interessata da piogge di bombardamenti, facendo registrare un numero sempre più alto di vittime innocenti, destinate peraltro a salire in considerazione delle notizie contrastanti che giungono in merito ad un cessate il fuoco e ad una tregua . L’ultimo dato riportato riferisce di oltre 1200 persone che hanno perso la vita in questi 22 giorni di battaglia e il dato drammatico riporta di 230 bambini uccisi. In considerazione della gravissima situazione che si sta vivendo, il Presidente del consiglio comunale di Sala Consilina aveva chiesto, in occasione del consiglio comunale di riflettere su quelli che sono i doveri delle istituzioni ponendo attenzione ai grafi fatti di sangue che si stanno consumando in Medio Oriente ed in Particolare nella striscia di Gaza. Vi è un solo bene prezioso, – evidenzia Maria Stabile – che non è il petrolio, né la conquista di territori, né il denaro, ma la vita umana. Non possiamo assistere inermi allo sterminio di innocenti, che nulla centrano con gli interessi della politica e, pertanto, si pone da parte nostra il dovere di sollecitare le autorità competenti a intervenire. Il governo italiano – continua – non può tacere di fronte a tale massacro: ha l’obbligo del richiamo alla pace, proponendo una soluzione non violenta del conflitto, dimostrando solidarietà ai civili delle popolazioni coinvolte”. In occasione del consiglio comunale Il presidente del consiglio comunale formulò la proposta di inviare la nota con le sue riflessioni al Ministro degli affari esteri Federica Mogherini, per sollecitare interventi a favore della mediazione e della comunicazione tra i vari governi e i paesi in guerra, al fine di trovare alternative alla guerra con conseguente strage di innocenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here