I colloqui fiorentini: un’esperienza intensa ed emozionante per gli studenti del “Pisacane” Padula

0
385

É stata una importante esperienza formativa ma anche emozionante per gli studenti del Liceo Scientifico “Carlo Pisacane” di Padula, la partecipazione ai Colloqui Fiorentini 2023, svoltisi a Firenze dal 16 al 18 marzo scorsi, alla loro 22esima edizione. A prendervi parte per il “Pisacane” sono stati gli alunni delle classi 4 e 5A, 4 e 5B,  4 e 5C, 4DA, 4E, 3 e 4Q e i docenti Maria Carla Gallo, Vincenzo Maria Pinto, Pierpaolo Fasano, Marianna Nunziata e Martina Costa. “Un’esperienza intensa ed emozionante – fanno sapere dalla scuola – per i nostri ragazzi che hanno incontrato “a tu per tu” l’autore di quest’anno, Italo Calvino, e che, nel contempo, hanno avuto modo di divertirsi e scoprire le bellezze di Firenze, uniti, come linguaggi universali, la letteratura, l’arte e la musica possono fare”.

A testimoniare la bella esperienza non solo le foto scattate da Martina Marmo, ma anche il testo di Carmine De Paola, pubblicati sulla pagina facebook ufficiale della scuola. “Da Calvino – scrive Carmine – abbiamo imparato a guardare nelle nostre ferite, nelle nostre lacerazioni, come nel taglio del quadro di Lucio Fontana “Concetto spaziale, Attesa, 1960” esposto al Museo Novecento di Firenze, nelle nostre debolezze, perché è lì che risiede la verità, la nostra verità, la stessa verità che i nostri antenati prima di noi hanno sperimentato. […] Da Calvino abbiamo imparato a combattere per un futuro migliore, per un mondo di verità, da raggiungere attraverso un sentiero tortuoso, difficile, ma una volta raggiunto il traguardo ci sembrerà di toccare il cielo con un dito”.

E ancora, Carmine De Paola, contattato da UnoTv, ha raccontato che “l’emozione più bella è stata quella di vedere migliaia di ragazzi, tutti nostri coetanei – afferma – , provenienti dalle scuole di tutta Italia riuniti al Palazzetto Wanny per un evento così unico; non un convegno – spiega Carmine – , ma dei veri e propri colloqui in cui entriamo direttamente in contatto con l’autore, in questo caso Italo Calvino, perché siamo chiamati a leggere i suoi romanzi e racconti senza filtri e preconcetti e a scrivere una tesina sull’argomento, che poi approfondiamo grazie agli interventi dei professori e docenti universitari a Firenze. Tutto questo – conclude – in una cornice magica come Firenze, patria di letterati, artisti, politici e geni universali”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here