Visite mediche di invalidità anche a Sala Consilina, Sapri e Vallo della Lucania

0
15

{vimeo}263489570{/vimeo}

Grazie al recente accordo tra la Regione Campania, l’Asl e l’INPS nella nostra provincia saranno attivate altre tre sedi per facilitare le visite di accertamento di invalidità.  Saranno infatti operative a breve le sedi di Sala Consilina, Vallo della Lucania e Sapri, oltre a quelle di Salerno e Nocera Inferiore.

“L’Asl Salerno, tramite la Regione Campania, ha sottoscritto con l’INPS un protocollo d’intesa per l’affidamento delle funzioni relative all’accertamento dei requisiti sanitari in materia di invalidità civile, cecità, sordità, handicap e disabilità. Tali attività, pertanto, continueranno ad essere svolte dall’INPS nelle proprie strutture presenti in provincia, ovvero nella Sede Provinciale INPS di Salerno (via Aquaro, 1) e nell’Agenzia Complessa INPS di Nocera Inferiore (via D’Alessandro, 13). Inoltre, per agevolare l’accesso agli utenti ultra 75enni e a quelli con patologie particolari che risiedono in comprensori distanti dalle sedi di Commissione, l’accordo prevede la programmazione di sedute per accertamenti di invalidità anche presso l’Agenzia INPS di Vallo della Lucania (piazza Santa Caterina, 8), l’Agenzia INPS di Sala Consilina (piazza Umberto I) e l’Agenzia INPS di Sapri (via Principe Amedeo, 19). L’Asl Salerno, poi, favorirà corsie privilegiate per quegli utenti che dovranno sottoporsi a visite specialistiche richieste dalle commissioni INPS al fine del riconoscimento delle invalidità di vario genere”.

L’accordo arriva in quanto lo scorso 31 dicembre era scaduta la convenzione con la Regione Campania e lo stesso Ente previdenziale aveva annunciato in una nota che dal 1^ gennaio 2018 “le funzioni di accertamento e rivedibilità sarebbero state di competenza delle Commissioni mediche delle Aziende sanitarie locali e le domande pervenute a partire da tale data sarebbero state gestite dagli uffici delle Asl o della Regione”. Ora con il protocollo di intesa è arrivato e continuerà ad essere l’INPS ad occuparsene.

La situazione generale relativa agli accertamenti di invalidità resta comunque una patata bollente: “dal Rapporto 2017 del PiT (Programma Integrato di Tutela) Salute di Cittadinanzattiva emerge che occorrono 7 mesi solo per essere convocati alla prima visita, che andrebbe fatta entro 30 giorni dalla presentazione della domanda o in caso di malattia oncologica entro 15 giorni, 9 mesi per ottenere il verbale e più di un anno prima che siano riconosciute le agevolazioni cui si ha diritto. Chi è alle prese con una patologia invalidante o un’emergenza ancora oggi è spesso costretto a districarsi tra procedure burocratiche e lunghe attese, tra Asl e Inps, per ottenere il riconoscimento dell’invalidità”. Dalle nostre parti la situazione è ancora più critica e fu resa nota già lo scorso anno dalla Confial che aveva parlato di circa 28mila richieste di attestati di invalidità da parte di disabili di Salerno e provincia a cui l’Inps non aveva risposto. “L’Ente – scrivevano dalla Confial al Governatpre De Luca chiedendo fossero attivate altre sedi – impiega 14 mesi per fissare una visita. E il disagio maggiore lo vive la zona sud della provincia di Salerno in cui pur disponendo delle sedi di Battipaglia, Agropoli, Sapri, Vallo della Lucania e Sala Consilina l’INPS non le ha attivate per accertare le invalidità”. Ora l’intesa è arrivata e anche a Sala Consilina, insieme a Sapri e Vallo della Lucania le sedi saranno operative.

Rosa Romano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here