Viabilità, buche sulle strade provinciali del Vallo di Diano. La denuncia parte dai social

0
15

{vimeo}262369338{/vimeo}

Strade provinciali da slalom nel Vallo di Diano. La neve e il maltempo ha reso impraticabili tutte le arterie stradali valdianesi ed in particolare le strade provinciali che si stanno rivelando dei veri e proprio pericoli per gli automobilisti con denunce che iniziano a fioccare a danno dell’ente provinciale. Buche profonde nell’asfalto che in questi giorni fanno anche registrare danni ingenti alle autovetture con numerose persone costrette a fare i conti con pneumatici danneggiati e non solo.

I cittadini del Vallo di Diano, esasperati, sono in protesta da diverse settimane ormai, estenuati dall’impossibilità di percorrere le arterie stradali provinciali che sembrano sempre più strade sterrate di campagna, ma con l’aggravante della maggiore pericolosità.

Al momento gli unici interventi registrate sulle arterie sono segnali di pericolo ubicati a ridosso delle buche che vengono considerate più pericolose. Si tratta però di pochi e limitati segnali e che, in alcuni casi, risultano altrettanto pericolosi.

E mentre da una parte chi ha subito il danno a causa delle profonde buche sull’asfalto, ricorre alle denuncie, dall’altro lato c’è chi lamenta, utilizzando l’arma del social network, il grande disagio che costringe spesso gli automobilisti ad effettuare slalom pazzi per evitare di colpire la buca e, nel contempo, stare particolarmente attento a non invadere la corsia opposta con il rischio di intralciare il traffico e non provocare pericolo per altri automobilisti. Lamentele a volte ironiche e a volte dure si registrano soprattutto su facebook dove alcuni cittadini si chiedono, scherzando, il punteggio raggiunto nell’evitare le buche considerando le strade come dei videogames.

Da altri invece si accusa gli enti competenti di negligenza e di scarso interesse nel cercare di evitare e prevenire casi che potrebbero rivelarsi drammatici. Pietro Qualgiariello duro attacca le amministrazioni comunali dei territori attraversati dalle strade provinciali di Sala Consilina che da loc. Sant’Antonio collega con  la frazione di Trinità, la Trinità-Silla, la strada che da Silla di Sassano porta a Pantano di Teggiano e la strada provinciale Teggiano-Polla.

Per i cittadini le amministrazione comunali in primis dovrebbero intervenire e far sentire la loro voce a tutela delle comunità che rappresentano nei confronti della Provincia di Salerno che al momento non è ancora intervenuta per la risoluzione della problematica.

 Anna Maria Cava

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here