Vallo di Diano. Kasanna, Casa Rosalia e Nonna Juccia insieme per la solidarietà

0
10

{vimeo}246251263{/vimeo}

Tre realtà valdianesi insieme per la solidarietà. Si tratta di Kasanna, del Rifugio Cervati Casa Rosalia e dell’organizzazione Nonna Juccia che sostengono il progetto “Il quartiere delle associazioni” nato da un’idea dei volontari di “Io non crollo” di Camerino per ridare una “casa” a tutte le associazioni locali rimaste senza sede a causa del terremoto dello scorso anno. “Oltre ad abitazioni, strutture municipali e universitarie, edifici sacri, musei, teatri, cinema e attività commerciali e professionali – si legge sul sito dell’Associazione “Io non crollo” – sono state gravemente danneggiate anche le numerose associazioni attive in città, che da sempre davano forte impulso alle innumerevoli attività socio-culturali. Delle oltre 100 presenti a Camerino, quasi tutte hanno perso le proprie sedi la maggior parte delle quali si trovava nel centro storico. Data l’emergenza abitativa ad oggi è pressoché impossibile per le associazioni, linfa vitale della città, riuscire a trovare nuovi spazi per riunirsi e continuare ad organizzare tutte le iniziative”. Ecco allora il progetto “Il quartiere delle associazioni” per il quale arriva il sostegno anche del Vallo di Diano. Grazie a Kasanna, Casa Rosalia e Nonna Juccia è possibile contribuire all’iniziativa acquistando un cesto con pasta integrale, birra di Natale, confettura e formaggio al prezzo di 20euro. Per gli ordini basta rivolgersi a Nicola Memoli (Cell. 3454330027) entro il 15 dicembre prossimo. “Ci sarà poi un’unica consegna il 18 dicembre, il luogo sarà comunicato privatamente a quanti hanno contribuito, e sarà occasione quella per un aperitivo di ringraziamento e per incontrare i ragazzi dell’Associazione di Camerino”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here