Vallo della Lucania, esponeva cartellonistica pubblicitaria per giochi: segnalato dalla Guardia di Finanza

0
84

Il contrasto al gioco illegale ed irregolare tra le attività di controllo su cui la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha voluto intensificare le operazioni e che, pertanto, hanno portato anche all’effettuazione di una serie di controlli m irati sull’intero territorio provinciale, in particolare presso esercizi solitamente frequentati da minori o, comunque da soggetti ritenuti a rischio. Nell’ambito di tali attività, la Guardia di Finanza di Vallo della Lucania, in questi giorni che coincidono anche con il termine dell’anno scolastico, ha effettuato mirati sopralluoghi nei confronti di un esercizio commerciale dedito prevalentemente all’offerta di apparecchi per il gioco nonché la raccolta e la commercializzazione di scommesse sportive.

Nell’ambito dell’ispezione, è stata accertata la presenza, all’esterno dei locali commerciali, di cartellonistica pubblicitaria – in forma diretta – di giochi con vincita in denaro che, nel caso di specie, incitava all’apertura di conti gioco, con la promessa di bonus di benvenuto sul primo deposito effettuato. Si tratta questa di una forma di pubblicità espressamente vietata dalle disposizioni emanate con il cd. “decreto dignità”, che sancisce il divieto assoluto di qualsiasi forma di réclame, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro nonché al gioco d’azzardo, comunque effettuata e su qualunque mezzo. L’esercente, segnalato amministrativamente agli enti competenti, rischia ora una sanzione pecuniaria che va da un minimo di 15.000 ad un massimo di 50 Mila euro, avendo violato il divieto di pubblicità, sponsorizzazioni e tutte le altre forme di comunicazioni a contenuto promozionale relative a giochi o scommesse con vincita in denaro disposto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

Nel settore del gioco pubblico, l’attività svolta testimonia ancora una volta che la Guardia di Finanza opera anche a tutela dei giocatori da proposte di gioco illegali, insicure e prive di alcuna garanzia, salvaguardando le fasce più deboli, prime fra tutte i minori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here