Sport

Sport

Portare a termine la stagione sportiva. È stato questo il tema principale affrontato dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi qualche giorno fa a Roma. L’obiettivo principale resta quello di privilegiare lo svolgimento e il completamento delle attività sul territorio.

Per questo, il massimo organismo della LND ha deliberato l’annullamento della Fase Nazionale della Coppa Italia Dilettanti. Annullati anche gli Spareggi tra le Seconde Classificate di Eccellenza e della Fase Nazionale del Campionato Juniores Regionale. Annullati, per la stagione 2020-2021, anche i Tornei delle Regioni, sia di calcio a 11 che di calcio a 5. la Lega ha ipotizzato la ripresa degli allenamenti a partire dal 4 dicembre, terminato l'attuale DPCM, per le due settimane successive.

Spazio poi ai recuperi delle gare non disputate e infine agli incontri dei campionati. Ipotizzando lo scenario migliore, restrizioni permettendo, si intravede lo svolgimento completo dei calendari, con gare di andata e ritorno e annullamento della disputa di play-off e play-out.

Federico D'ALESSIO

Sport

Cosimo Sibilia, numero uno della Lega Nazionale Dilettanti, ha rilasciato importanti dichiarazioni agli organi di stampa nelle scorse ore. Nevralgico, come può immaginarsi, il momento di incertezza vissuto tra i non professionisti.

“Fa male ammetterlo, ma è così - esordisce il Presidente -. Sono stati compiuti immensi sforzi per far riprendere le attività. Il nuovo stop è davvero un duro colpo. Le attuali disposizioni in vigore non solo mettono a rischio la sopravvivenza del calcio dilettantistico, ma evidenziano anche una scarsa conoscenza dello sport di base e di quello giovanile. Un confronto con chi se ne occupa quotidianamente avrebbe evitato molte storture. Per quanto riguarda la serie D - prosegue Sibilia -, stiamo elaborando una nuova proposta di protocollo sanitario da sottoporre alla Figc che preveda l’adozione almeno dei tamponi rapidi. I rinvii avvengono solo su disposizioni delle Asur competenti. Il Dipartimento Interregionale sta comunque predisponendo un aggiornamento delle linee guida, in modo da agevolare il lavoro di tutti in questo momento di grande incertezza.

Resto dell’avviso - conclude il numero uno della Lega Dilettanti - che lo sport non sia tra i principali veicoli di contagio e che il protocollo attuato era già piuttosto rigoroso. Il ritorno agli allenamenti collettivi ci consentirebbe di avvicinarci alla normalità, per quanto si rimanga sempre distanti da quella che abbiamo conosciuto prima del virus”.

Federico D’ALESSIO

Sport

La Spal vince sulla Salernitana per 2 - 0. Nell'anticipo della settima giornata del campionato di Serie B arriva il primo stop stagionale per i granata. 

Sport

Finalmente un po' di chiarezza per il calcio “di provincia”. Allenamenti consentiti all’aperto sia in maniera individuale che per gli sport di squadra e di contatto. Questo è quanto emerge dall’ultimo chiarimento del Governo, che riguarda in particolare l’ambito regionale dilettantistico.

La FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che in relazione alle competizioni di livello provinciale e regionale e all’attività di base, attualmente sospese sino al 24 novembre 2020, è consentito esclusivamente lo svolgimento di allenamenti all’aperto e in forma individuale.

Il tutto nel rispetto delle norme di distanziamento e delle altre misure di cautela, anche con la presenza di un istruttore/allenatore. Questo tenuto conto delle disposizioni contenute nel DPCM del 24 ottobre 2020 e considerate le risposte ai quesiti pubblicate dal Dipartimento per lo Sport sul proprio sito.

Ora non resta che auspicare un rallentamento della pandemia, così da scongiurare restrizioni ulteriori.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.