Sport

Sport

Il Governo ha approvato le nuove misure in vigore dal 16 gennaio fino al 5 marzo. Confermate le misure vigenti per fasce differenziate, con l'aggiornamento delle soglie dell'indice Rt che sarà pari a 1 per la zona arancione, e ad 1.25 per la zona rossa. Tra le novità degne di nota, in area gialla lo stop alle 18 per l'asporto dai bar, mentre c’è il via libera per l'apertura dei musei. In fascia arancione, invece, sono vietati gli spostamenti anche verso le seconde abitazioni.

Ci sarà la nuova zona bianca, che dovrebbe comportare un ritorno alla semi - normalità, con la ripresa delle attività sportive e dei campionati giovanili e dilettantistici, anche se al momento nessuna regione avrebbe i requisiti per potervi entrare.

Con la prosecuzione del blocco per l’attività sportiva di contatto anche in zona gialla, infatti, si profila un altro mese di stop per tutto il mondo del calcio dilettantistico e giovanile. Uniche eccezioni i campionati di prevalente interesse nazionale che, oltre ai professionisti, vede per il calcio a 11 della LND, la Serie D, la Primavera 1, laPrimavera 2, la Primavera 3 e le Juniores Nazionali. Per i campionati regionali e provinciali difficilmente si potrà derogare alle linee guida impostate dal Governo, e quindi anche per la ripresa degli allenamenti di gruppo bisognerà aspettare che la regione rientri all'interno della zona bianca, oppure attendere l'aggiornamento del decreto, con la deadline fissata al 5 di marzo.

Federico D’ALESSIO

Sport

Importante novità sul fronte del calcio giovanile. Il Dipartimento Interregionale, infatti, ha comunicato che i Campionati Nazionali Juniores Under 19 - stagione 2020/2021 -, in osservanza a quanto previsto dal DPCM dello scorso 3/12/2020, riprenderanno il prossimo 16/01/2021 con le gare programmate il 31/10/2020, e proseguirà per le gare successive con la sequenza già prevista, salvo ulteriori e diversi provvedimenti.
  

E’ stato precisato, inoltre, che per lo svolgimento dell’attività sportiva in questo periodo le squadre potranno continuare ad effettuare gli allenamenti nelle forme consentite dal DPCM del 3/11/2020. Le società dovranno applicare ed osservare le disposizioni di cui ai “chiarimenti F.I.G.C. a eseguito di richieste provenienti dalle componenti” del 17/09/2020 in materia di Protocollo sanitario.

I recuperi delle gare non disputate, invece, saranno successivamente calendarizzati e pubblicati con Comunicato Ufficiale. Una buona notizia anche per il Vallo di Diano, vista la presenza di una importante realtà giovanile nel territorio, il Francavilla F.C., di cui vi abbiamo parlato alcune settimane fa. Non resta che attendere, a questo punto, i verdetti del campo!

Federico D’ALESSIO

 

Sport

Bruttissima chiusura d’anno per la Salernitana  che incassa un sonante 3 a 0 dal Monza. Le parole di mister Castori al termine della gara.

TvOGGI

Sport

Quando riprenderà il calcio dilettantistico? Sono in tanti a chiederselo. L'ultimo Dpcm, entrato in vigore il 3 dicembre scorso, ha prolungato fino al 15 gennaio la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di contatto non di non interesse nazionale. Dopo la Befana, però, torna la zonizzazione delle regioni, che potrebbero ripartire tutte dal colore giallo. Tuttavia, per il mondo del pallone “minore”, la ripresa delle attività sportive dipenderà dall’andamento della curva epidemiologica e dall’esito dell'interlocuzione attivata dal Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, con il Comitato Tecnico Scientifico.

Nelle scorse settimane, per chi non lo sapesse, è rimbalzata da più parti la notizia che i campionati regionali, dall'Eccellenza in giù, qualora dovessero riprendere, andrebbero a completare soltanto il girone d’andata, con i verdetti della promozione determinati attraverso i playoff, e quelli della retrocessione coi playout.

Alcuni Comitati Regionali, intanto, si accingono a formulare ipotesi di ripartenza. Come quello campano, dove il Presidente Carmine Zingarelli, per il periodo che parte dal 15 gennaio, spiega: “Appena sarà possibile allenarsi in maniera collettiva, daremo 15 giorni di preparazione atletica alle squadre per poi ripartire con i campionati. L’ipotesi dello svolgimento del solo girone di andata è un’ipotesi che viene fatta dai comitati territoriali i cui gironi sono di 18-20 squadre e non hanno, quindi, il tempo di portare a termine la stagione, nonostante si possa sforare nella prima settimana di luglio. In Campania abbiamo gironi da massimo 14 squadre, in Eccellenza e Promozione sono state disputate 4 giornate, al netto dei recuperi da fare, e con questa formula potremmo portare a termine il campionato entro il 30 giugno, evitando quelli che sono i turni infrasettimanali, prevedendo di giocare anche il sabato di Pasqua. È difficile sostenere - continua Zigarelli - parlando dalla Promozione in giù, l’impegno infrasettimanale, visto che tanti calciatori lavorano. È da verificare il calendario dei campionati appena iniziati, come la Prima, o non ancora, come la Seconda”. 

 

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.