Sport

Si è regolarmente svolto pochi giorni fa, a Roma, l’atteso Consiglio Federale della Figc con vari punti all’ordine del giorno, tra cui le determinazioni in merito alla ripresa del massimo campionato dilettantistico regionale. Ebbene, con nota ufficiale, il Consiglio ha reso nota la volontà di far ripartire i campionati di Eccellenza, nonché quelli maschili e femminili di serie C e C1 di calcio a 5.

Ora spetta alla Lega Nazionale Dilettanti fornire proposte concrete per portare a conclusione i campionati. Un’indicazione in tal senso sarebbe quella del blocco delle retrocessioni, oltre alla facoltà, per i club, di poter decidere di non riprendere l’attuale stagione per difficoltà economiche. Da sciogliere, inoltre, il nodo relativo ai costi dei tamponi e delle sanificazioni degli impianti sportivi, ovvero l’entità degli eventuali contributi devoluti a tal fine dal Governo alle società.

Se tali premesse saranno confermate, soprattutto in merito alla ripresa “facoltativa” e senza retrocessioni in Promozione, non poche sarebbero le perplessità tra gli addetti ai lavori. Il gioco, infatti, potrebbe non valere la candela, considerata la nuova impennata dei contagi. E poi si potrebbe assistere ad un campionato dove, in alcuni match, da una parte vi sarebbe una squadra con alte motivazioni perché in lizza per il “titolo” mentre, dall’altra, una compagine rilassata di mezza classifica fuori da tutto, anche dal pericolo retrocessione. Per alcuni, si potrebbero disputare direttamente i play-off allargati, per chi voglia prendervi parte, a maggio-giugno, con temperature più calde e contagi, almeno si spera, in netta diminuzione.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.