Sport

Battuta d’arresto per la Salernitana. Una prestazione da dimenticare, forse utile per il processo di crescita del gruppo. Si tratta della seconda sconfitta in campionato per i granata, che sabato scorso hanno palesato diversi limiti di squadra. Allo stadio “Mario Rigamonti” di Brescia infatti, il cavalluccio marino ha disputato novanta minuti di anonimato sotto tutti i punti di vista.

L'undici scelto da mister Castori ha praticamente sbagliato l'approccio alla gara ed ha sfidato le rondinelle con superficialità. E come sottolineato dal tecnico marchigiano in conferenza stampa, se non si gioca da squadra contro avversari di qualità, si rischia di fare brutte figure. Infatti, il tabellino finale dice: Brescia 3 – Salernitana 1, per un match sempre a senso unico, dominato dall’inizio alla fine dai padroni di casa. Ovviamente, il campionato è ancora lungo, ma guai ad abbassare la guardia e ad adagiarsi su quanto di buono è stato fatto sino ad ora.

Non resta che archiviare velocemente questo passo falso e riprendere la grande marcia iniziata a settembre. Testa subito al Lecce quindi, domani sera all’Arechi per dare battaglia. Inutile dire che servirà una grande prestazione dei granata per battere i salentini dell’ex bomber Coda, reduci da un pareggio e vogliosi di vincere per agguantare in classifica proprio la Salernitana. Sarà un vero e proprio esame di maturità per Di Tacchio e compagni, chiamati a rialzare la china e ad affermarsi come vera rivelazione di questa serie B.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.