Sport

Sport

dolce vita

Successo casalingo per il Dolce Vita Padulfer che, tra le mura amiche, riesce a superare per 4 reti a 0 il Belvedere 1998 . Una partita equilibrata nel primo tempo che però si è movimentata nella seconda frazione in cui il quintetto locale ha dimostrato l'ottimo stato di forma allungando a sei il numero di vittorie consecutive.

Primo tempo avaro di emozioni, in cui le due squadre hanno dato vita ad una partita molto equilibrata combattendo su ogni palla senza grossi sussulti. L'unica emozione arriva al 20' quando Carucci, bravissimo a ribadire in rete uno splendido assist di Trezza, riesce a portare il quintetto locale in vantaggio.

Nel secondo tempo cambia completamente la partita, con una seconda frazione di gioco a senso unico del quintetto di mister Folletto, che impone per tutti i 30' il proprio gioco. Al 6' arriva il secondo gol con D'Alto bravissimo a ribadire un pallone vagante. Un minuto più tardi è Trezza a trovare la rete, su assist di De Lima, dopo un'azione spettacolare del quintetto locale. A fissare il risultato sul definitivo quattro a zero è stato Imparato al 15' che, con una pregevole conclusione, dopo essersi smarcato in modo elegante, trafigge l'incolpevole estremo difensore ospite.

Un successo che oltre a consolidare il terzo posto in classifica infonde fiducia ai ragazzi del Presidente Macrì proiettati già ai prossimi impegni.

"Sono contentissimo della vittoria di oggi - afferma il presidente Macrì - Di fronte ad una squadra sicuramente brava come il Belvedere non era semplice aver la meglio ma i ragazzi sono stati straordinari ed hanno dimostrato tutto il loro valore". "Sono molto contento della prestazione di oggi contro un’ottima squadra, abbiamo giocato con grande maturità e mentalità vincente, dimostrando che stiamo crescendo come gruppo e come squadra, grazie al duro ed incessante lavoro di tutti questi mesi - afferma capitan Cava - L’obiettivo è migliorare ancora in queste ultime gare della regular season, per arrivare pronti alla fase playoff, dove sono convinto potremo dire la nostra e giocarcela con tutti fino alla fine".

Sport

Ha suscitato indignazione nel mondo del giornalismo, delle istituzioni, dei sindacati, nel mondo del calcio e naturalmente sul web, quanto accaduto sabato scorso in occasione della partita di calcio d’eccellenza Agropoli- Sant’Agnello. Il giornalista Sergio Vessicchio ha pronunciato frasi fortemente offensive nei confronti della guardalinee. All’inizio della gara in Tv ha detto che è “uno schifo” vedere una donna che fa l’arbitro e che è una “cosa inguardabile” inaccettabile su un campo di calcio. Il video è divenuto virale in rete determinando migliaia di commenti di indignazione. La vittima è Annalisa Moccia di Nola.

Un atteggiamento gravissimo ed inaccettabile, che è stato condannato in maniera ferma e decisa dall’Ussi (Unione stampa sportiva italiana) di Salerno. “Offese gravi ed inaccettabili – si legge nella nota dell’USSI - che ledono la dignità della persona colpita con ignobili frasi sessiste e che sono lontanissime dai comportamenti dettati dalla deontologia professionale del giornalista ma che dovrebbero essere lontanissime anche dai comportamenti di ogni persona che si definisce civile”. Anche il Comitato Regionale Campania della Lega Nazionale Dilettanti della Figc, in una nota, ha espresso solidarietà nei confronti dell’arbitro Moccia. “Un atteggiamento ingiustificabile. – si legge -  Un linguaggio sessista e offensivo che contraddice i valori di cui il calcio si fa promotore. Le donne in questo settore danno un contributo enorme, pari a quello degli uomini, e riconosciuto ormai dal grande pubblico”. Così il commissario Barbiero.

Nonostante le condanne arrivate da più parti per il suo atteggiamento, ieri Sergio Vessicchio ha ribadito la sua posizione sui sui social scrivendo: Ritengo personalmente che far arbitrare le donne nel calcio sia sbagliato per molti motivi, quindi confermo il mio pensiero. Perché tutti questi squallidi moralisti non fanno una battaglia per farle giocare insieme ai maschi? La vera discriminazione è questa.

Immediata la reazione dell’Ordine dei giornalisti della Campania, che attraverso il presidente Ottavio Lucarelli, fa sapere che Sergio Vessicchio era già sospeso per un altro caso ed ora contro di lui è partita la procedura recidiva da parte del Consiglio di disciplina dell’Ordine. 

Antonella D'ALTO

Sport

La sezione AIA di Sala Consilina ha reso noto le designazioni che riguardano i propri tesserati. Appuntamenti di rilievo che richiederanno un impegno forse superiore al solito, visto il periodo cruciale della stagione calcistica.

Fermi i nazionali, complice la sosta dei campionati professionistici, si registrano, tra i regionali, Nicola Monaco come 2° assistente in Promozione per Giffoni Sei Casali-Giffonese, e Fabio Casella nel medesimo ruolo per Centro storico Salerno-Poseidon. Scendendo di un gradino, in Prima categoria, Domenico Tropiano dirigerà Valentino Mazzola-Banzano.

Per i sezionali l’agenda è foltissima. Pasquale Zinno farà il suo esordio nel match di Seconda categoria tra Real Bianca e Real Vatolla, mentre Francesco Ferrari sarà di scena in Atletico San Gregorio-Oliveto Citra di Terza categoria. Passando al calcio a 5, invece, Melissa Babino dovrà arbitrare Sport e Vita-Grimaldi del Campionato regionale, mentre nella serie D maschile Manuel Sansica dirigerà Gladiator-Musica.

Tutti incontri delicati e decisivi, in cui sarà fondamentale la preparazione del direttore di gara ma anche la collaborazione dei giocatori in campo. Un ottimo test anche per chi farà il proprio esordio assoluto nella categoria, così da imparare velocemente i meccanismi ed i tempi di gara.

Federico D’ALESSIO

Sport

Ormai ci siamo. Sta per avviarsi una nuova due giorni di calcio locale. In Eccellenza, il Valdiano dovrà dare seguito all’ultimo pareggio contro la Palmese per credere ancora nella salvezza. I rossoblù se la vedranno in trasferta contro il Castel San Giorgio. Serve un solo risultato su tre: la vittoria!

Il Promozione, il Buccino Volcei dovrà riprendere il ruolino di marcia targato 2019, visto che le ultime frenate, tra l’altro prevedibili dopo due mesi intensi, hanno un po' raffreddato le velleità da capolista dei gialloneri. Avversario di turno il Campagna fanalino di coda. I 3 punti consoliderebbero il secondo posto in classifica in un momento cruciale del torneo.

Scendendo, in Prima categoria, il Sassano calcio non dovrebbe avere problemi nell’archiviare la pratica Gregoriana. Guai a sottovalutare l’avversario, ma è indubbio che i bianco blu hanno una grossa occasione per confermarsi in zona play off.

In Seconda categoria, invece, il Certosa di Padula è chiamato una volta per tutte al sussulto d’orgoglio, soprattutto dopo la lunga striscia negativa del nuovo anno. Almeno una grande prova contro l’Acciaroli calcio che non dovrebbe lasciare punti ai granata, poiché gioca in casa ed è primo in classifica. Ma staremo a vedere. Nel girone H, il Real Pertosa se la vedrà contro il Rufoli, avversario di metà classifica che ha poco da dare, ancora, a questa stagione. Un’ ottima occasione, per il giallorossi, di dare una soddisfazione ai propri tifosi.

Federico D’ALESSIO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.