Sport

Sport

La Banca Monte Pruno sempre a fianco dei giovani, dello sport e di chi crede nei suoi valori. Dopo le iniziative ed il sostegno manifestato alle attività avviate in questa nuova stagione sportiva nel Vallo di Diano, nella serata di ieri 14 ottobre, presso il Polo Nautico a Salerno il direttore generale Michele Albanese, accompagnato dia vice presidente della Banca Monte Pruno Antonio Ciniello, dal Vice direttore Cono Federico ed il responsabile segreteria Antonio Mastrandrea, ha avuto modo di sottolineare la vicinanza e l'apertura della Banca a sostenere iniziative che siano di grande valore culturale, sociale ed educativo, in particolare per i giovani, nel corso dell'evento di presentazione della nuova compagine che militerà nel campionato di calcio a 5 di serie B girone F Alma Salerno che rappresenterà i colori salernitani nel prossimo campionato.

La Banca Monte Pruno sarà a financo della compagine calcistica ma, insieme al sodalizio sportivo ha già avviato anche un nuovo ed importante progetto presentato sempre nella serata di ieri ossia: la nascita della Futsal Academy che si pone come obiettivo quello di diffondere nei banchi di scuola il Calcio a 5 lavorando per consentire anche ai bambini meno abbienti di potersi avvicinare  e praticare la disciplina sportiva.

Manifestando la disponibilità della Banca Monte Pruno di sostenere i progetti sportivi soprattutto se destinati ai giovani, come il caso di Alma Salerno e della Futsal Academy, il direttore generale Michele Albanese ne ha rimarcato la valenza ed elogiato l'impegno dei promotori che, in nome della lealtà e dell'amicizia portano in alto il nome di Salerno.

Il Presidente del sodalizio sportivo Marco Bianchini, insieme al direttore Peppo Pucciarelli, hanno evidenziato come la partnership con Banca Monte Pruno è un accordo di grande prestigio perché la stessa rappresenta una realtà attenta al territorio e sensibile alle esigenze dei giovani.

Anna Maria CAVA

Sport

 

Da Di Vaio a Ribery, i campioni della Salernitana

ovo0Iy5L 400x400

Franck Ribéry da TWITTER

 

Dopo la splendida promozione in Serie A ottenuta la scorsa stagione, la Salernitana vivrà quest'anno la sua terza stagione di sempre nella massima categoria del calcio italiano. Il club campano, che nella tradizione del calcio del Sud è uno dei più noti per la passione dei suoitifosi, proverà quest'anno a evitare la retrocessione facendo leva su un rinforzo dell'ultimo minuto quasi insperato. Parliamo di Franck Ribery, il quale ha firmato per i granata pochi giorni fa in qualità di giocatore svincolato e puntando sul calore dello stadio Arechi in quella che potrebbe essere la sua ultima esperienza da calciatore professionista. Il francese, tuttavia, è solo uno dei tanti campionipassati per Salerno.

Il trampolino di DiVaio

Il primo in ordine cronologico è senza dubbio Marco Di Vaio, attaccante romano cresciuto nel vivaio della Lazio. Nato a Roma nel 1976, fu acquistato dalla società campana nell'estate del 1997, quando si era già capito che il suo talento e le sue abilità da goleador sarebbero potute essere utili a una squadre che puntava a salire in Serie A. Dopo la grande e festosa promozione alla massima serie ottenuta grazie ai 21 goal totali della punta romana i granata non riuscirono a salvarsi nonostante Di Vaio avesse realizzato una buona annata condita da 12 reti. Dopo il ritorno in Serie B la società campana fu costretta a cederlo per una questione economica ma anche perché l'offerta che arrivò da parte del Parma fu irrinunciabile. Tuttaviai due anni di apprendistato all'Arechi furono molto importanti per un attaccante di grande valore che in seguito avrebbe addirittura fatto parte della Juventus, che dalle scommesse sportive di Betway allaconquista del titolo di campione d'Italia con una quota di 6 il 23 settembre 2021. Una Juve che adesso dovrà rimontare dopo aver racimolato pochi punti nelle prime giornata di campionato.

Gattuso, il mastino

Proprio nell'estate del 1998, ossia quella successiva alla promozione, a Salerno approdò il centrocampista calabrese Gennaro Gattuso, un mediano tutto cuore e con una mentalità da guerriero che avrebbe realizzato una stagione molto convincente al glorioso stadio Arechi. Nonostante l'inevitabile retrocessione, il calciatore di Corigliano Calabro si rivelò un centrocampista di quantità dai valori assoluti, che non tirava mai dietro la gamba e lottava come un leone su ogni pallone. Dopo la sua ottima stagione a Salerno Gattuso fu infatti ingaggiato dal Milan, con il quale giocò più di dieci anni in Serie A vincendo praticamente tutto quello che c'era da vincere. Anche nel suo casol'esperienza a Salerno fu importantissima nel suo processo di crescita, visto che il suo impatto con la Serie A fu prontamente assorbito dalla sua determinazione e il passaggio al Milan fu immediatamente metabolizzato. Gattuso, che in rossonero avrebbe preso in consegna un numero importante come l'8, sarebbe diventato una colonna portante di un centrocampo che avrebbe fatto la storia insieme ad Andrea Pirlo, Clarence Seedorf e il brasiliano Ricardo Kaká. La sua enorme traiettoria in rossonero lo ha reso un idolo assoluto della Milano di fede rossonera, come dimostrato dalle sue presenze allo stadio. È però vero che anche all'Arechi l'ex mediano calabrese, oggi allenatore, viene ricordato con moltissimo affetto ancora oggi.

Ribery, il romantico

 

L'ultimo giocatore del quale parleremo, invece, è un vero e proprio romantico, anche perché si tratta di un campionissimo che non ha scelto Salerno per affermarsi bensì per vivere quella che potrebbe essere la sua ultima stagione di sempre. Si tratta di Franck Ribery, vice campione del mondo con la nazionale francese nel 2006 e vincitore una Champions League con il Bayern Monaco, squadra nella quale ha limitato per dodici stagioni. Dopo due stagioni alla Fiorentina, il fantasista francese di 38 anni ha deciso di accettare l'offerta della Salernitana per poter esprimersi al suo meglio e con la massima libertà e aiutare così i granata a ottenere la tanto sospirata salvezza dalla retrocessione. Le scene di totale delirio vissute al momento della sua presenza allo stadio Arechi hanno fatto capire quanto il suo arrivo a Salerno sia stato ricevuto come una benedizione dai tifosi granata, i quali potranno vedere da vicino un fenomeno  assoluto del calcio moderno, che sebbene ormai attempato potrà dare spettacolo per via del suo talento.

Da Di Vaio a Ribery, passando per Gattuso, la maglia della Salernitana può vantarsi di essere stata vestita da grandi campioni.

 

Sport

Ieri sera momento di festa ma soprattutto di presentazioni a Sala Consilina per la squadra reduce da importanti successi e che è pronta a lottare per nuovi importanti traguardi sportivi nella Pallacanestro. La Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità, ieri sera si è presentata al pubblico e ai suoi sponsor principali ossia  Università Pegaso Mercatorum con la responsabile Antonella Pessolano e la Banca Monte Pruno con il direttore Michele Albanese alla presenza del vice sindaco di Sala Consilina Gelsomina Lombardi, carica e determinata per una nuova stagione di successi.

Anna Maria CAVA

Sport

Novità sul fronte della cessione della Salernitana. I trustee Susanna Isgrò e Paolo Bertoli, come ipotizzato nei giorni scorsi, hanno concesso una proroga per consentire ai potenziali acquirenti di presentare offerte irrevocabili di acquisto del club.

Con una comunicato ufficiale, infatti, i rappresentanti di Widar Trust e Melior Trust hanno chiarito che le offerte ricevute entro il 30 settembre "non possono essere attualmente ritenute valide, congrue e vincolanti per il trust".

I soggetti interessati, infatti, avevano vincolato la propria offerta all'approfondimento di alcune voci di bilancio. Dunque è stato fissatoun nuovotermine al 15 novembre. Entro questa data potranno farsi avanti anche eventuali altri soggetti interessati ma, nel frattempo, proseguiranno anche le interlocuzioni con i tre offerenti che già si sono fatti avanti nelle scorse settimane.

E' bene ricordare che la cessione dovrà avvenire entro, e non oltre, il 31 dicembre, pena l'esclusione dei granata dalla massima serie.

Federico D'ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.