Sport

Sport

Il calcio, a tutti i livelli, sta pian piano tornando alla normalità. Anche nel Vallo di Diano, dopo 6 mesi di stop forzato a causa della pandemia da Covid-19. In attesa che si riapra al pubblico, iniziano a svolgersi i primi match amichevoli nel nostro territorio. Nella giornata di ieri infatti, il nuovo campo sportivo “Di Giuda-Boffa” di Montesano ha ospitato un’amichevole di lusso, disputata tra la Juniores Francavilla, militante nel campionato nazionale juniores, ed il San Gregorio Magno che dovrà disputare il campionato di Prima categoria.

A renderlo noto, il primo cittadino di Montesano sulla Marcellana, Giuseppe Rinaldi, attraverso la propria pagina Facebook. Con un post, il sindaco ha sottolineato come pian piano le strutture sportive locali stiano riaprendo per garantire esperienze sportive e sociali di primissima importanza, utili a far conoscere il territorio.

Un bel segnale di ripresa, indubbiamente. Il campo sportivo di Montesano, oltretutto, è stato inaugurato poco prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, il 19 febbraio scorso. Una struttura nuova di zecca, con un manto erboso di primissimo livello quale fiore all’occhiello. Già in quell’occasione, Rinaldi sottolineò l’importanza dello sport a livello locale per i giovani, troppo spesso costretti a percorrere Km e Km per fruire di strutture sicure e all’avanguardia, mettendo a disposizione il plesso sportivo per l’intero territorio valdianese e le sue associazioni calcistiche.

Ora, finalmente, sarà possibile riprendere, con l’auspicio che anche altri territori del comprensorio investano sullo sport e le infrastrutture.

Federico D’ALESSIO

Sport

Periodo caldo per il co-patron della Salernitana Claudio Lotito alle prese con il mercato. E mentre pare complicarsi l'affare Tutino con l'intromissione del Lecce nella trattativa con il Napoli di De Laurentiis, si accendono le contestazioni verso il presidente da parte della tifoseria che non gli perdona la doppia proprietà delle società Lazio e Salernitana.

TvOGGI

Sport

La Salernitana e la sua tifoseria sono sempre più distanti con un rapporto di fiducia che è precipitato ai minimi storici. La scorsa notte, al centro tecnico Figc di Coverciano, è stato esposto uno striscione di protesta con la scritta “No alla multiproprietà” con tanto di vessillo granata.

TvOGGI

Sport

Il Consiglio direttivo del Comitato Regionale Campania ha formulato i gironi del campionato di Eccellenza, con organico a 42 squadre. Tre gironi, composti da 14 squadre a testa. Le undici formazioni salernitane sono state inserite nel gruppo C, con l’integrazione di altri tre club. 14 i club inseriti nel raggruppamento C, che vede bene undici salernitane ai nastri di partenza. Quattro le novità, rispetto allo scorso anno. Presente la retrocessa Agropoli, le neo-promosse Calpazio e Virtus Cilento e la ripescata Salernum Baronissi. Conferme per sette squadre: Costa d’Amalfi, Alfaterna, Castel San Giorgio, Angri, Faiano, Buccino e Scafatese. Completano il gruppo il Sant’Agnello, il Poggiomarino e il Vico Equense.

Nel girone A presenti quattro casertane, ovvero Albanova, Marcianise, Maddalonese e Mondragone. Dieci poi le napoletane inserite: Barano, Frattese, Gragnano, Ischia, Procida, Napoli United, Napoli Nord, Pianura, Real Forio e San Giorgio. Nel gruppo B presenti sette irpine: Cervinara, Eclanese, Grotta, Montemiletto, Lioni, Virtus Avellino e Vis Ariano. Sette anche le napoletane del girone: Pomigliano, Casoria, Palmense, Acerrana, Saviano, Mariglianese e Virtus Campania.

Federico D'ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.