Sport

Sport

Ennesima soddisfazione per la sezione AIA di Sala Cosilina e per tutto il movimento arbitrale del Vallo di Diano. Ivan Robilotta è stato promosso in cadetteria, in serie B, a coronamento di una stagione da incorniciare. E' l'unico fischietto della Campania a fare il salto di categoria, un orgoglio per tutti i suoi colleghi del comprensorio.

"Ivan Robilotta ha scritto una nuova pagina di storia della nostra sezione. Questo traguardo, ambizioso ma che non ci appaga, spinge ognuno di noi ad arrivare in alto. Grazie Ivan per questa "B"...ellissima promozione! Insieme a tuo fratello Manuel rappresenterete non solo la nostra sezione, ma tutto il Vallo di Diano e la Val D'Agri, perché "in 2 è più bello".

Scrive così la sezione salese sulla propria pagina Facebook, rimarcando la continua voglia di migliorare e raggiungere sempre maggiori obiettivi sportivi.

Ivan, ingegnere valdagrino di 31 anni, ha da sempre la grande passione per il mondo arbitrale, intraprendo questo percorso nella stagione 2004/2005. L'ottimo temperamento sul rettangolo di gioco e le capacità di direzione hanno sin da subito suscitato interesse nei suoi superiori, doti che lo hanno portato a scalare le categorie fino ad arrivare alla Lega Pro, dov'è rimasto per 5 anni.

Al termine di quest'ultima stagione, poi, ha diretto gare di primissimo livello come i play-off Catania-Trapani e Pisa-Triestina, impressionando gli addetti ai lavori per preparazione e personalità in campo. Ora, forse neanche tanto a sorpresa, arriva il meritato riconoscimeto, con Roibilotta che rientra tra i 5 arbitri promossi dalla CAN PRO alla CAN B.

Federico D'ALESSIO

 

 

 

 

 

 

 

Sport

Successo e partecipazione per l'edizione 2019 del Memorial Tortora promosso dall'Associazione Tortora Bike e che ogni anno porta centinaia di appassionati delle due ruote a Polla e nel Vallo di Diano per una domenica all'insegna dello sport, ma anche della socializzazione e della promozione del territorio. Giunto alla 26esima edizione il Memorial Maria e Fausto Tortora e Antonia e Ugo Tortora, nato per ricordare persone care agli organizzatori, ha poi raccolto il gradimenti di tantissimi ciclisti che ogni anno raggiungono Polla per la gara che si articola su un circuito di 22 km da ripetere per 5 volte, per un totale di 110 km di corsa in bici, attraversando diversi centri del Vallo di Diano. Ad impreziosire l'edizione 2019 la presenza del grande campione Claudio Chiappucci e l'inserimento della manifestazione nel Campionato Nazionale Ciclismo su Strada promosso da US Acli. Grande la soddisfazione espressa dagli ideatori Rufino ed Ezio Tortora, quest'ultimo presidente dell'associazione organizzatrice Tortora Bike, per il successo e la partecipazione che ogni anno riscuote il Memorial.

Anna Maria CAVA

Sport

La FIGC (Federazione italiana giuoco calcio), come preannunciato la scorsa estate, ha istituito per la stagione sportiva 2018/2019, in via sperimentale, il premio “Valore ai giovani”. Si parla di un riconoscimento riservato, per il calcio a 11, alle società partecipanti ai Campionati Regionali di Eccellenza e Promozione che abbiano utilizzato maggiormente giovani calciatori nel rispetto dei Regolamenti.

Premesso ciò, sono state pubblicate le graduatorie del premio, in ordine ai singoli Campionati di eccellenza e Promozione. E per il Vallo di Diano e le zone limitrofe si registrano, come sempre quest’anno, pochissime conferme e cocenti delusioni. Non male il Cilento invece, che “piazza”, si fa per dire, Agropoli e Santa Maria.

Per il nostro comprensorio non si attendeva nulla e nulla c'è stato. Il Valdiano, l’unica formazione della zona a poter accedere al beneficio perché militante in Eccellenza nella stagione appena trascorsa, manco a dirlo è stato escluso. Dopo una stagione opaca sul campo, culminata con la retrocessione in Promozione nei play-out, l’ennesima occasione persa.

Poco fuori il territorio valdianese si continua a sorridere. Parliamo del Buccino Volcei che figura tra gli “eletti” del torneo di Promozione. I gialloneri, dopo un Campionato a dir poco superlativo che, per poco, non ha portato all’Eccellenza, continua la sua striscia positiva dentro e fuori dal campo. Un esempio virtuoso di società attenta e lungimirante che porta ad ottimi risultati.

L’auspicio per le compagini del territorio è quello di rimboccarsi le maniche e prendere spunto dalle realtà sportive vicine, sperando che a breve si possa ritornare nell’èlite del calcio locale.

Federico D’ALESSIO

 

 

 

 

Sport

A San Pietro al Tanagro ieri mattina la 6^ edizione della Granfondo del Tanagro “Memorial Pasquale Ammaccapane e Franca Priore” della Ciclo Team Tanagro.

Due i percorsi, lungo e medio, che in questa sesta edizione hanno interessato solo la provincia di Salerno. Sono stati toccati vari Comuni e località a seconda dell'itinerario scelto: Sant’Arsenio, Polla, Atena Lucana, Sala Consilina, Padula, Montesano sulla Marcellana, Sassano, Teggiano, le Grotte di Pertosa-Auletta, loc. Campostrino, Caggiano.

A vincere la Granfondo, di 126km: Uomini Laddomada Michele della Soc. Bikemania Puglia; Donne Parisi Maria della Soc. Il Velocifero Basilicata. La Medio fondo di Km85 invece se l’è aggiudicata: Uomini Barretta Mattia della Soc. Luxor Campania; Donne Bello Caterina della Soc. Pedale Elettrico Puglia.

Tutto perfetto anche quest’anno. Il successo era garantito dalla sinergia tra enti e istituzioni locali che sta dietro alla manifestazione dalle grandi potenzialità, sia di carattere sportivo che turistico. Con la Ciclo Team Tanagro ha collaborato attivamente la Pro loco, presieduta da Francesco Cardiello, e l’amministrazione comunale retta dal sindaco Domenico Quaranta. San Pietro al Tanagro continua a stare sotto i riflettori nazionali per l’evento che ad ogni edizione chiama nel Vallo di Diano centinaia di persone da tutta Italia, tra partecipanti e accompagnatori, atleti e semplici appassionati di ciclismo.

Questa 6^ edizione è stata caratterizzata da un momento emozionante per il ciclismo locale. Ad Angelo Coiro, presidente onorario della Ciclo Team Tanagro e già consigliere della Federazione ciclistica italiana sul finire degli anni Novanta, è stata riconosciuta l’Onorificenza federale d’oro al merito del Ciclismo. Per l’occasione c’erano ieri mattina a San Pietro al Tanagro Raffele Tirone della commissione benemerenze della Federazione Ciclistica Italiana e Giuseppe Cutolo presidente Federazione Ciclistica Italiana Campania

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.