Spettacoli

Spettacoli

Sta per partire la XXIV edizione di Teatro in Sala al Mario Scarpetta di Sala Consilina. Domenica, 22 dicembre, con inizio alle ore 18 ci sarà la presentazione del cartellone seguito da un evento di beneficenza a favore di Una Speranza Onlus con il teatro di Paolo Caiazzo in “Non mi chiamo Tonino”.

I proventi derivanti dalla vendita dei biglietti e le donazioni libere raccolte nel corso della serata saranno devoluti all’Associazione affinché possa raggiungere il suo obiettivo, che è il completamento della struttura di accoglienza per persone diversamente abili sita in via Cappuccini Sottano. Un’iniziativa nata grazie alla collaborazione tra la Fondazione Comunità Salernitana Onlus e la direzione artistica di Teatro in Sala. L’ulteriore obiettivo del sodalizio è quello di trasformare il Centro Diurno, già da anni gestito da Una Speranza, in una struttura di accoglienza anche notturna.

Teatro in Sala,che 24 anni si dedica alla promozione dell’arte teatrale amatoriale, si veste anche di solidarietà per un obiettivo concreto.

La storica kermesse è organizzata dall’Amministrazione Comunale e dall’associazione I Ragazzi di San Rocco che ne cura la direzione artistica. Come per le ultime edizioni anche quest’anno, è stato anticipato in occasione della presentazione che si è tenuta lo scorso 7 dicembre, sarà dato tanto spazio alla prosa con riferimenti a grandi autori del teatro, poi alla musica e alla danza nei 15 appuntamenti, che partono domenica per concludersi il 26 aprile e che vedono coinvolte anche le scuole in momenti di confronto su giustizia e legalità.

Rosa ROMANO

 

Spettacoli

Il 9 Dicembre c'è stato il debutto teatrale all'auditorium Domenico Scarlatti dello spettacolo "Di mamma ce n'è una sola" dell'autore, regista e attore, erede della tradizione "scarpettiana" Vincenzo Salemme. Uno spettacolo unico nel suo genere, con annessi tempi pubblicitari, come se fosse una prova per la diretta , che poi ieri sempre dall'Auditorium di Napoli, su Rai 2 è andata in onda. Uno spettacolo dove la pubblicità è stata vissuta in modo diverso da come la vive lo spettatore a casa, dove gli attori non sono usciti di scena ma hanno continuato ad interagire con il pubblico e dove lo stesso Salemme ha cercato di capire sperimentando quanto i tempi pubblicitari potessero distrarre il pubblico.

Lo spettacolo, in diretta ieri sera su Rai 2, è stato il primo delle tre commedie per la stagione teatrale " Salemme il bello...della diretta!". Un regalo di Natale che la Rai e Salemme hanno voluto fare al pubblico per trasmettere l'emozione del teatro, un teatro fatto con naturalezza e con sentimento. Un'iniziativa televisiva nuova che dà modo di avvicinare nuovamente la gente al teatro. La commedia live "Di mamma ce n'è una sola" ha regalato emozioni e risate in teatro e a casa, un'esperienza esilarante che non ha deluso le aspettative del pubblico. Salemme e la sua Compagnia hanno portato la magia dell'interpretazione dal vivo sul piccolo schermo: "il reality del teatro". Il prossimo appuntamento sarà il 18 Dicembre con "Sogni e bisogni", una commedia dell'arte, una favola divertente e surreale e la stagione si concluderà poi la sera del 25 Dicembre con " Una festa esagerata"da cui prende il titolo un film del 2018 di Vincenzo Salemme. Nel primo appuntamento di ieri si è assistito al ritorno scenico della coppia Vincenzo Salemme e Maurizio Casagrande.

Per due appuntamenti su tre, tra i tanti attori che si daranno il cambio durante le serate, c'è il talentuoso Andrea Di Maria , che si sta facendo sempre più strada tra i grandi artisti. Figlio artistico anche lui di Scarpetta, dopo aver avviato nel 2008 il sodalizio con Vincenzo Salemme , aver dato vita insieme "ai suoi amici" a Casa Surace, essere stato diretto da registi come Ermanno Olmi, Francesca Comencini e i F.lli Taviani, essere approdato poi nei panni  di Elia Capaccio (detto "o' Diplomato" )nella serie di Gomorra, con questa nuova esperienza, dove ha dato dimostrazione di grande bravura per aver interpretato in modo perfetto il suo personaggio, si avvia sempre di più verso il successo. Andrea è riuscito infatti a non dare nessun segno di cedimento emotivo, a regalare emozioni e risate attraverso una strabiliante interpretazione, in un 'esperienza estremamente particolare in quanto in diretta,  dove nulla è registrato e  nulla si può ripetere, che mette a dura prova la bravura di un vero attore e che non solo ha a che fare con un teatro ma a che fare con un pubblico più esteso che lo segue da casa.

 

Katia LUCIANO

Spettacoli

Magia, spettacolo, arte, illusionismo e divertimento, saranno tutti concentrati in un Solo spettacolo. Mancano pochissimi giorni all'arrivo ad Atena Lucana Scalo del grande artista trasformista Arturo Brachetti. La stagione teatrale del Gran Tearro Paladianflex curata da Tappeto Volante, prosegue nei suoi appuntamenti di altissima qualità portando nel Vallo di Diano un altro grandissimo artista che incanterà il pubblico con il suo spettacolo "Solo".

Cresce l'attesa per il prossimo appuntamento del ricco cartellone di eventi del Gran teatro Paladianflex di Atena Lucana Scalo realizzato grazie ad un lavoro di collaborazione artistica che punta a rendere il territorio valdianese un centro di musica ed arte teatrale particolarmente rinomato. Un obiettivo che consentirà anche di favorirne uno sviluppo economico attorno al progetto, avvalendosi dell'imponente struttura realizzata dalla Famiglia Di Mieri e, come annunciato nell'inaugurazione, messa al servizio delle comunità locali. Una idea che, per la sua realizzazione, ci si è avvalsi della professionalità di importantissimi e qualificati gruppi organizzativi come Anni 60 Produzioni per la parte concertistica e di Tappeto Volante per gli eventi teatrali.

Nei giorni scorsi il concerto di Francesco Renga ha regalato immense emozioni in un teatro gremito da giovani e meno giovani. E dopo la grande musica, ci si appresta a vivere il grande teatro con l'arrivo ad Atena Lucana Scalo venerdì 29 novembre, di Arturo Brachetti. Alle ore 21,00 l'inizio della spettacolo "Solo" in cui l'artista vestirà il panni di oltre 50 personaggi consentendo al pubblico di attraversare la sua mente in un viaggio surreale tra i sogni, i ricordi e le fantasie dell'artista e un pò di tutti noi. Attraversol'arte del trasformismo, Arturo Brachetti, nel corso dello spettacolo accompagnerà lo spettatore ad attraversare 7 stanze della sua casa che con giochi di luci, ombre e sorprendenti illusioni racconteranno fiabe e ricordi.

Lo spettatore sarà quindi catapultato in un mondo straordinario che lo lascerà incantato favorendo però anche tantissimo divertimento. Un evento particolarmente atteso confermato anche dalla grande richiesta di biglietti che, come confermato dagli organizzatori, si avvia verso il sold out. I biglietti sono acquistabili su Ticket One oppure presso tutte le filiali della Banca Monte Pruno.

Anna Maria CAVA

Spettacoli

Le straordinarie doti vocali di Velia Imparato per dire noalla violenza sulle donne. Sabato sera ad Atena Lucana il concerto solidale della cantante valdianese che da sempre è impegnata in attività di sensibilizzazione su quella che è una vera e propria emergenza sociale. Lo fa appoggiando il CAV Aretusa e così anche l’occasione di sabato è stata dedicata al Centro che da tre anni opera sul territorio ed è arrivato a ricevere 215 richieste di aiuto.

Velia Imparato ha devoluto parte del ricavato dei suoi dischi per sostenere il CAV Eretusa per la gioia della responsabile Caterina Pafundi. Non è sola in questa attività solidale. A condividere la causa c’è anche tutta la “famiglia” Banca Monte Pruno. Rappresentata sabato sera dal direttore generale Michele Albanese, dal presidente del Circolo Aldo Rescinito e dal presidente dell’Associazione giovanile Antonio Mastrandrea. Il direttore generale sabato sera, dal palco dell’Auditorium Cirillo, ha annunciato la volontà di voler avviare una collaborazione con il Centro Aretusa a sostegno delle donne vittime di violenza.

Un supporto a quelle donne che si trovano spesso nelle condizioni di non disporre neanche delle risorse sufficienti per poter effettuare una telefonata e chiedere aiuto. Un’iniziativa che, grazie al lavoro del CAV potrà essere da stimolo per tutte le donne che vorrebbero denunciare e spesso non lo fanno perché dipendono economicamente dai loro compagni violenti. Una bella serata di solidarietà e gesti concreti per dire no alla violenza sulle donne a pochi giorni dalla Giornata internazionale dedicata, che ricorre il prossimo 25 novembre.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.