Spettacoli

Spettacoli

Domenica la 6^ serata della rassegna nazionale Teatro in Sala, giunta alla XXIV edizione.

Ad aprire gli appuntamenti con le espressioni teatrali del territorio, il 2 febbraio alle ore 18, sarà la Compagnia Eduardo di Sala Consilina che porta al Mario Scarpetta un classico di Eduardo De Filippo con la regia di Enza Tardugno: “Chi è cchiù felice ‘e me”, come si chiede soddisfatto il protagonista Vincenzo. Che è “un proprietario terriero discretamente benestante con una moglie giovane e bella, Margherita. Vincenzo conduce una vita prudente, non ha mai fatto un passo più lungo della gamba e ha sempre scansato ogni occasione di pericolo, stando lontano da ogni avventura. Ma una sera l’avventura bussa alla sua porta: il giovane Riccardo, ricercato dalla polizia per una rissa in cui ha ferito il suo creditore, sotto la minaccia delle armi lo costringe a nasconderlo”. Da lì fraintendimenti e scandali a turbare la tranquilla vita di Vincenzo. La commedia in due atti è una ironica visione della vita, tipicamente partenopea, che il teatro dialettale di Eduardo De Filippo riesce a rappresentare realisticamente. La Compagnia Eduardo di Sala Consilina, che è specializzata nel repertorio dell’Autore di cui porta il nome, domenica sera porterà in scena una delle sue ironiche e riflessive commedie. 

Sara Manisera sarà il ‘talento’ locale ospite in apertura di serata. È una giornalista freelance, laureata in Scienze Politiche con una tesi sul caporalato e lo sfruttamento dei migranti in agricoltura in Calabria. Ha un master in ‘Relazioni del mondo arabo e del Mediterraneo’ a Beirut, dove ha vissuto dal 2014 al 2017.  Si occupa di donne e società civile in Medio Oriente, lavorando principalmente in Libano, Siria, Iraq e Tunisia. ‘Sono nata la notte delle stelle cadenti da due genitori migranti, figli di contadini, migranti a loro volta nella Germania del dopoguerra. Sogno di tornare nel Vallo di Diano a raccogliere memorie e storie popolari’, scrive di sé Sara Manisera.

Rosa ROMANO

Spettacoli

Dopo 15 anni sono tornati insieme per calcare i palcoscenici più importanti d'Italia e portare la loro allegria in tutta Italia e, tra i palcoscenici scelti per questa nuova esperienza insieme anche il Teatro Mario Scarpetta di Sala Consilina. Massimo Lopez e Tullio Solenghi, ieri sera hanno regalato una serata di grandissimo divertimento ad una foltissima platea che ha gremito il teatro in ogni suo posto, riuscendo ad entusiasmare il pubblico che non si ha trattenuto le risate e soprattutto gli applausi per il duo comico.

Due grandi amici che si ritrovano e che diventano insieme co registi, co autori co protagonisti dello spettacolo che tra canti e imitazioni hanno regalato due ore di grande spettacolo, confermando ancora una volta la grande qualità della stagione teatrale proposta a Sala Consilina ponendo così un altro importante tassello per rendere del Teatro Scarpetta un luogo destinato agli spettacoli di alta qualità e di importanti nomi del teatro nazionale ed internazionale. La serata di ieri, però, è stata anche tanta emozione. Tullio Solenghi e Massimo Lopez hanno portato con loro, nello spettacolo, anche Anna Marchesini, morta a seguito di una grave malattia nel 2016 ma che i due suoi amici e colleghi non hanno voluto dimenticare e non hanno potuto evitare di dedicarle un ricordo ed un messaggio di amore.

Ancora una serata di grande successo quindi, ieri sera per il 4° appuntamento del ricco cartellone di eventi della Stagione Teatrale 2019/2020 al Teatro Scarpetta. Prossimo spettacolo l'11 febbraio con un grande come Silvio Orlando.

Anna Maria CAVA

Spettacoli

Teatro a Casa Marone continua a fare centro nella scelta delle compagnie teatrali chiamate ad esibirsi in questa XVII edizione. A salire sul palco per il 4^ appuntamento sabato sera è stata la compagnia 'A Zeza" di Sant' Agnello di Sorrento (NA) con "`O Miracolo 'e San Pancrazio". Una divertentissima commedia napoletana di Antonio Caruso, per la regia di Pino Russo.

“`O Miracolo 'e San Pancrazio” è brillante, portata in scena in magistralmente dalla talentuosa compagnia ospite per la prima volta di Palazzo Marone.  “Divisa in due atti, si basa su una sceneggiatura semplice dai ritmi serrati. Doppi sensi e situazioni paradossali danno vita a un dissacrante spettacolo comico con uno sguardo riflessivo su tematiche serie come il maltrattamento femminile e la condizione della castità clericale. L'azione si svolge nel dopoguerra all'interno della tranquilla sacrestia di Don Peppino. Ben presto la quiete è rotta da vari accadimenti: l'arrivo di Bertuccio, il nipote seminarista di Don Peppino, che avrà una relazione con Nannina, una donna maltrattata dal marito; l'improvviso amore che scoppierà tra Camillo il sacrestano e Concetta la perpetua; il ritorno dalla guerra in Russia di Pasqualino, ex fidanzato di Concetta”.

Gli organizzatori di Teatro a Casa Marone chiamando ad esibirsi la compagnia “A’Zeza” hanno assicurato sabato sera due ore di risate all’affezionato pubblico. La rassegna torna sabato prossimo, 1 febbraio, con I Pappici di Salerno in Cose Turche.

Rosa ROMANO

Spettacoli

Teatro a Casa Marone torna domani sera, sempre alle ore 19, con un cambio di programma: a salire sul palco per il 4^ appuntamento sarà la compagnia 'A Zeza" di Sant' Agnello di Sorrento (NA) con "`O Miracolo 'e San Pancrazio".

“`O Miracolo 'e San Pancrazio” è una commedia brillante e divertente – assicurano gli organizzatori della rassegna – Divisa in due atti, si basa su una sceneggiatura semplice dai ritmi serrati. Doppi sensi e situazioni paradossali daranno vita a un dissacrante spettacolo comico con uno sguardo riflessivo su tematiche serie come il maltrattamento femminile e la condizione della castità clericale. L'azione si svolge nel dopoguerra all'interno della tranquilla sacrestia di Don Peppino. Ben presto la quiete è rotta da vari accadimenti: l'arrivo di Bertuccio, il nipote seminarista di Don Peppino, che avrà una relazione con Nannina; l'improvviso amore che scoppierà tra Camillo il sacrestano e Concetta la perpetua; il ritorno dalla guerra in Russia di Pasqualino, ex fidanzato di Concetta”.

La talentuosa compagnia teatrale “A zeza” porterà in scena domani sera per l’affezionato pubblico di Teatro a Casa Marone la divertente commedia napoletana di Antonio Caruso, per la regia di Pino Russo.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.