Spettacoli

Spettacoli

Un’escursione verso l ’Affunnaturo di Vallevona sul Monte Cervati e poi uno spettacolo teatrale che racconterà una storia realmente accaduta incentrata su un rapimento e un riscatto, la storia del brigante Ciccocurto. Tutto questo è previsto domenica 18 agosto sul Cervati, per la prima assoluta del nuovo spettacolo teatrale messo in scena da Annamaria Gallo e dal suo gruppo teatrale che, dopo il successo della “Ballata di Pisacane”, ripropone una nuova storia ricca di colpi di scena. L’iniziativa, promossa dai soci CAI di Sanza si svilupperà in un’escursione per i sentieri che conducono alla cavità carsica più bella ed importante d’Europa: l’Affunnaturo di Vallevona dove gli escursionisti troveranno ad attenderli uno spettacolo che si preannuncia di altissimo profilo.

Circa 50 tra comparse e protagonisti daranno vita ad una nuova appassionante storia che si svolse proprio nei luoghi della rappresentazione. L’evento, con il supporto della Pro Loco, è stato fortemente voluto dal consigliere comunale con delega alla cultura, Antonella Confuorto. Gode del sostegno della BCC di Buonabitacolo e della partecipazione dell’Arciconfraternita Maria SS della Neve che metterà a disposizione il servizio navette che da piazza XXIV maggio condurrà il pubblico a Colle del Pero. Lo spettacolo previsto al calar della sera offrirà una visione nuova dei fatti che si verificarono a Sanza con il fenomeno del brigantaggio.

Antonella D'ALTO

Spettacoli

COLORIESTATE2019

“I Colori dell'estate 2019” a Sant'Arsenio stasera, venerdì 9 agosto, propone una commedia di Vincenzo Salemme. Dalle 21.30 in Piazza dei Padri Domenicani (area Fiordelisi). È il secondo appuntamento con della rassegna di eventi estivi finanziata dalla Regione Campania. Dopo l'inebriante spettacolo musicale del maestro Giosi Cincotti, è la volta del Teatro con la commedia in 2 atti “Premiata Pasticceria Bellavista” messa in scena dalla locale compagnia “Sant'Arsenio ieri, oggi e domani”. La regia è di Luigi Biscotti e Luigi Pistone. Sul palco: Arsenio Giordano, Gino Laurino, Dino Pistone, Federica Pistone, Antonella Ippolito, Luigi Biscotti, Luigi Pistone, Ramona Felicino e Teresa Vespoli.

Spettacoli

ravello cimino

Ancora un importante successo e riconoscimento per la giovane flautista valligiana Ylenia Cimino che, domani sera, alle ore 23,00 sarà protagonista nella 67°edizione del Ravello Festival 2019 a Villa Rufolo nel Giardino di Wagner Sala dei Cavalieri. Accanto la giovane artista che ha affascinato il pubblico internazionale, uno dei pianisti più rappresentativi del panorama concertistico internazionale dell’ ultima generazione Alberto Ferro. I due bravissimi musicisti, domani sera a Ravello, allieteranno il pubblico presente con musiche di Bach, Gaubert, Doppler, Prokofiev. Domani sera quindi, la bravissima flautista orgoglio del Vallo di Diano, sarà nuovamente protagonista di uno dei più importanti palcoscenici del mondo. Il Festival di Ravello, infatti, negli anni ha acquisito sempre maggior valore e, con la sua 67esima edizione, è considerato tra i più importanti e antichi d'Europa. A rendere poi ancor più importante l'evento è la bellezza del suo palcoscenico naturale che ospita le migliori orchestre e i più grandi solisti della scena internazionale.

Spettacoli

Emozione pura. Lo scorso fine settimana a Monte San Giacomo con lo spettacolo en plein air “Uno Dio uno Re”. Un titolo evocativo che ripropone il grido dei briganti disposti a morire piuttosto che rinnegare la loro appartenenza. Tra i boschi a 1200m di quota, davanti alla Grotta dei Vallicelli, domenica e lunedì, con due appuntamenti molto partecipati, è andata in scena la storia d’amore vissuta ai piedi del Cervati tra il brigante napoletano Salvatore Spatalucci e l’autoctona Rosaria. Interpretati da Gennaro Cuomo e Adriana Fiorillo.

Una narrazione drammatizzata della storia di quei luoghi elaborata partendo da documenti ufficiali su cui sta lavorando “Grotta, Briganti e Cacio” per capire le caratteristiche del brigantaggio sul territorio del Cervati.

I protagonisti uniti nell’amore reciproco ma divisi tra gli ideali di lui e la concretezza di lei hanno rapito il pubblico tra passione e tormenti, enfatizzati dalle musiche intense di Giosi Cincotti. La grande professionalità degli artisti coinvolti unita alla spettacolarità della location, che naturalmente è diventata palcoscenico, e al fascino di emozioni consumatesi nel contesto di una delle pagine di storia più controverse e dibattute, ha creato magia. Gli spettatori si sono lasciati coinvolgere nel viaggio che “Grotta, Briganti e Cacio” ha proposto, attraverso il teatro, per ripercorrere la storia, riscoprire le radici ed evocare la memoria. 

Un impegno che l’Associazione, presieduta da Carmine Lisa, ha assunto ormai da sei anni. E grazie al supporto di tutti i soci dell’eclettico gruppo, anche quest’anno offrirà un’edizione ricca di interessanti appuntamenti.

Intanto per chi avesse mancato gli scorsi spettacoli di “Uno dio, uno re” può rimediare partecipando ai prossimi che si terranno l’11 agosto e poi il 14 e il 15 settembre.

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.