Spettacoli

Tra le compagnie più attese di questa edizione, La Proposta di Altavilla Silentina è andata in scena sabato sera con Cosa non si fa per amore di Alfredo Crisci per l’ottavo appuntamento di Teatro a Casa Marone.

Non ha deluso la fiducia degli organizzatori, che anche quest’anno l’ha voluta a Monte San Giacomo, e le aspettative del pubblico che attendeva la sua performance garanzia di comicità e bravura interpretativa. Superlativi i tre protagonisti sul palco: Alfredo Crisci, Oriana Mottola e Emiliano Spira. Hanno dato vita ad uno spettacolo esilarante retto sulla corporeità degli attori e i ritmi serratissimi del testo. Richiama vagamente al teatro dell’assurdo e strizza l’occhio alla commedia all’ italiana il nuovo lavoro teatrale che Crisci ha portato alla XVII edizione di Teatro a Casa Marone.

La storia prende spunto da uno sbilenco triangolo amoroso tra Michele, Maddalena e Giacomo e si svolge interamente nella camera dell’hotel Duomo a Napoli dove si ordiscono complotti e pensieri criminali con maldestri esecutori e improbabili vittime. A farla da padrone scene spassosissime che hanno divertito tutti sabato sera.

E per il prossimo appuntamento una commedia tutta sassanese “Quann’ un nasci spappat” del Gruppo teatrale Pasquale Petrizzo.

 

Rosa ROMANO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.