Spettacoli

Spettacoli


Il Castello Macchiarli di Teggiano, domenica prossima 27 giugno, torna a riempirsi con l'allegra voce dei bambini e non solo. Gisella Macchiaroli, proprietaria del Castello, ha deciso di riaprire le porte dell'antica fortezza a grandi e piccoli creando un evento di allegria e spensieratezza che, prima della pandemia venivano organizzati con regolarità all'interno del maniero anche per consentire, ai bambini in particolare, di poter apprezzare la struttura come bene di cui essere fieri ed orgogliosi.

A distanza ormai di due anni, il Castello Macchairoli torna a far festa e a creare allegria e divertimento grazie all'iniziativa "La Corte delle Fiabe", per un pomeriggio di giochi in cui ci si stringerà intorno alla principessa assopita a causa di un incantesimo. Toccherà ai partecipanti alla all'evento cercare di destarla dal suo lungo sonno. A partire dalle ore 16,00 del pomeriggio, quindi, Gisella Macchiaroli, accoglierà grandi e bambini al Castello per regalare a tutti un primo pomeriggio di divertimento e di avventura in cui sarà necessario unire le forze per salvare la fantasia e l'immaginazione che sono in pericolo. Si cerca quindi di ripartire anche al Castello Macchiaroli dopo questi mesi tristi e drammatici che hanno segnato profondamente le vite di tutti tra la paura e il sospetto; tra la perdita di socialità e le scarse occasioni di incontro; tra la voglia di tornare indietro e la speranza nel futuro. L'antico maniero, quindi, per volontà della sua proprietaria, vuole riprendere a regalare divertimento in particolare ai più piccoli sotto lo sguardo sereno dei genitori e, seppur nel rispetto di tutte le normative anticovid in atto, cercare di restituire una parvenza di normalità a chi vorrà partecipare all'evento.

"La Corte delle Fiabe" sarà aperta dalle ore 16,00 alle 21,00 e sarà ad accesso limitato solo su prenotazione. Durante l'appuntamento sarà possibile visitare l'antichissimo Castello ricco di storia e in cui si sono consumanti importanti eventi storici per il sud Italia. Per rallegrare l'appuntamento, il maniero sarà abitato da tanti strani e particolari personaggi mentre i partecipanti saranno coinvolti in ardue prove che dovranno superare per salvare la principessa.

Anna Maria CAVA

 

Spettacoli

Giunge quest’anno alla sua ottava edizione il Toko Film Fest, che ritorna dal 29 Luglio al 1° Agosto e conferma la formula itinerante. Sono previste infatti quattro serate itineranti nel Vallo di Diano, con lo scopo di far riscoprire, tramite il cinema, i luoghi più belli del comprensorio. Una mission dunque importante per il festival cinematografico organizzato dall’associazione Toko Film Festival che opera a Sala Consilina ed è composta da 42 giovani principalmente del Vallo di Diano.

La formula, rivelatasi vincente lo scorso anno, permetterà anche quest’anno di organizzare una rassegna all’insegna della cooperazione fra diversi enti culturali. Tema dell'edizione 2021 è Stacco, il cambio di paradigma tra il prima ed il dopo. “Se dovessimo raccontare la storia di un mondo, la divideremmo in scene – affermano gli organizzatori - . Cinema, scienza, musica o qualsiasi altro ambiente con le proprie regole, linguaggio, tecnologia, cultura. Stacco è l'evento, l'innovazione, la frase che ha profondamente cambiato il modo di intendere uno di questi mondi, passando dalla scena precedente alla successiva”.

Al centro del Festival anche quest’anno ci sarà il concorso di cortometraggi, per il quale la giuria, formata da esperti del settore, assegnerà i premi di miglior corto, miglior regia e miglior corto di animazione. L’iniziativa permetterà inoltre di offrire al pubblico un ampio registro culturale intervallato da talk, incontri e masterclass con professionisti di spicco del panorama cinematografico e artistico nazionale. Nel 2019 ad esempio, l’atteso evento ha portato nel Vallo di Diano l’attore e regista Nanni Moretti e l’attrice Linda Caridi.

Antonella D'ALTO

Spettacoli

Un anno di stop che, però, non ha fermato la passione e la voglia di crescere nella musica. L'associazione I Due Volti della Luna presieduta da Gerardo Costa, con il patrocinio del Comune di Sant'Arsenio è pronta a mettersi a disposizione dei giovani che hanno voglia di crescere nel campo musicale e di aprirsi a nuove esperienze, con il ritorno del Campus Musicale che, per 3 giorni a luglio, riempirà di allegria musica e colori il suggestivo Borgo Serrone di Sant'Arsenio, ormai diventata location ufficiale dell'evento di formazione musicale.

C'è tempo fino al 15 luglio prossimo per iscriversi all'evento che si svolgerà nei giorni del 23, 24 2 25 luglio, alla presenza di docenti esperti che potranno aiutare i giovani talenti a migliorarsi e a migliorare le loro performance artistiche. È infatti questo l'obiettivo primario dell'Associazione I Due Volti della Luna che vede in campo in particolare Gerardo Costa e Vittoria Benvenga impegnati nel creare le giuste condizione per aiutare l'ambizione dei ragazzi e farli crescere sul piano artistico consentendo loro di rapportarsi con i professionisti dello spettacolo. È questo lo scopo del Campus Musicale che, torna nuovamente dopo il rallentamento dovuto al Covid e che vedrà arrivare a Sant'Arsenio grandi esperti della musica come il Maestro Fabio Lazzara Vocal Coach e insegnante di canto moderno e lirico. Floriana Comezzi, logopedista esperta in voce artistica ed il Maestro Luca Bechelli, compositore, arrangiatore e autore musicale che torna nel Vallo di Diano per aiutare i giovani talenti locali e sostenerli nei loro sogni.

Il Campus Musicale che prenderà il via il 23 luglio si svolgerò in tre giornate con orari di lavoro dalle 9 del mattino alle 13,00 per poi riprendere alle 15,00 e fino alle 18,00. Nel serale sono poi previsti spettacoli musicali live dei partecipanti al corso, che potranno così mettere in mostra quanto appreso nelle lezioni con i maestri di fama nazionale.

Anna Maria CAVA

Spettacoli

I Settembre, duo composto da Angela Cicchetti e Ivan Imperiali, coppia nella musica e nella vita, con base operativa a Teggiano, regalano al pubblico un altro brano tratto dal fortunato disco d’esordio “Grattacieli di Basilico”, pubblicato da Oltre le mura records e tra i migliori album campani del 2020 per Shockwave Magazine. Si tratta di "Le Tue Camicie", di cui da pochi giorni è stato pubblicato il videoclip.

L’album che ha riscosso il consenso di pubblico e critica, collezionando recensioni sulle principali testate di settore, si chiude proprio con il brano "Le Tue Camicie”. Una canzone autobiografica e piena di significato: la lettera a un genitore che non c’è più. Angela la dedica al padre, anche lui musicista, scomparso prematuramente a soli 35 anni, affidando alla dolcezza della bossa nova il suo grandissimo amore. Ci sono istanti della sua infanzia, che tornano come diapositive, con le camicie anni ‘90 conservate nell'armadio, il ricordo di una vecchia Volkswagen che sfreccia a finestrini aperti sull'autostrada meridionale sulle note di "Una Domenica Bestiale". E c’è la consapevolezza di un'artista ormai adulta, che ripercorre le orme del padre e attraverso la musica trasforma il proprio dolore.

"Volevamo che questo pezzo toccasse nel profondo - spiega Angela -,  che fosse intenso, in grado di emozionare e che allo stesso tempo fosse un inno alla forza che ci lega alle persone a cui vogliamo bene, una forza che secondo me sconfigge le leggi della fisica e può attraversare il tempo e lo spazio. Quando avevo solo cinque anni mio padre mi mise su un palco e mi fece cantare per la prima volta in pubblico. L'emozione che provai fu incredibile ed è allora che decisi che volevo essere una cantante".

Antonella D'ALTO

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.