Spettacoli

Spettacoli

È partita alla grande la XVI edizione di “Teatro a Casa Marone”. Le prime due serate hanno visto protagoniste due grandi compagnie, non nuove a Monte San Giacomo. Da diversi anni prendono parte a quella che è una delle più longeve rassegne di teatro amatoriale del comprensorio.

La suggestiva location di Palazzo Marone ha accolto per la prima serata Samarcanda di Battipaglia con il grande Enzo Fauci che insieme ai suoi attori ha interpretato “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello. È rimasto molto alto il livello della rassegna con la seconda compagnia. Sabato scorso a salire sul palco I Pappici di Salerno. Gli organizzatori, forti di un lungo rapporto di stima, le hanno volute entrambe anche per la XVI edizione e non hanno deluso le aspettative del pubblico.

I Pappici hanno portato in scena “Arezzo 29 in tre minuti” una commedia in due atti di Gaetano e Olimpia Di Maio. Raccontava la storia di un figlio illegittimo, nato da una relazione extra-coniugale di un tassista con la moglie di un noto pregiudicato. La vicenda si svolge interamente in un "basso" napoletano agli inizi degli anni '80. Divertentissima a tratti drammatica, la commedia è stata interpretata magistralmente da Rosita Sabetta che è riuscita anche quest’anno a incantare il pubblico in sala.

"Teatro a Casa Marone" continua sabato prossimo con la compagnia Stabile di Bellizzi che salirà sul palco di Palazzo Marone con un classico del teatro napoletano “Quaranta ma non li dimostra” di Peppino De Filippo.

Rosa ROMANO

Spettacoli

Tra danza, prosa e musica prosegue a Sala Consilina “Teatro in Sala”, la storica rassegna nazionale giunta, con questa stagione, alla XXIII edizione.

Dopo la compagnia Costellazione, di Formia, che la scorsa settimana ha portato in scena “Il gioco delle rose”, domenica prossima, 20 gennaio, alle ore 18:00 si continua con la prosa e salirà sul palco del prestigioso Mario Scarpetta la compagnia Teatro Officina Padula con ‘L’abbadante r’Scepp’ Andonio’, un libero adattamento da un testo di Carmelo Zurlo.

Una commedia semiseria in due atti recitata in vernacolo padulese, frutto di un vero e proprio lavoro di traduzione dall’originale in dialetto pugliese. Ambientata ai giorni nostri, racconta i problemi che sorgono in famiglia quando un componente è affetto da una malattia grave come la demenza senile. La compagnia di Padula porta a ‘Teatro in Sala’ un tema di strettissima attualità, proponendolo con toni leggeri e al contempo riflessivi.

Ecco allora che il teatro si conferma ambiente educativo. E proprio in quest’ottica l’Associazione “I Ragazzi di San Rocco”, che cura la direzione artistica della rassegna, sta provando ad avvicinare i giovani al teatro. In accordo con le scuole del territorio, ha previsto prezzi agevolati per gli alunni del Pomponio Leto di Teggiano, del Marco Tullio Cicerone di Sala Consilina e del Carlo Pisacane di Padula che possono assistere agli spettacoli pagando solo 1euro.

Ad aprire la serata domenica lo spazio dedicato al talento locale che ha saputo farsi spazio nel mondo: sarà l’ingegnere astronautico Cesare Guariniello, di Sala Consilina, a raccontare la sua storia: si sta dedicando allo studio del pianeta Marte e negli Stati Uniti sta lavorando per preparare una ambiziosissima missione sul pianeta rosso.  

Rosa ROMANO

Spettacoli

Partita sabato scorso la XVI edizione di “Teatro a Casa Marone”, nella suggestiva location di Palazzo Marone nel centro storico di Monte San Giacomo. L’esordio è toccato alla Compagnia Samarcanda di Battipaglia. A cui seguirà lo spettacolo de I Pappici di Salerno.11 le serate in cartellone anche quest’anno ma con una novità. La rassegna si sposta al sabato sempre a partire dalle ore 19. Anziché tenersi di domenica come nelle passate edizioni. Sabato prossimo, 19 gennaio, la compagnia salernitana porterà in scena “Arezzo 29 in tre minuti” una commedia in due atti di Gaetano e Olimpia Di Maio. Tra risate e commozione racconta la storia di un figlio illegittimo, nato da una relazione extra-coniugale di un tassista con la moglie di un noto pregiudicato. La vicenda si svolge interamente in un "basso" napoletano gli inizi degli anni '80.

L'intervista al sindaco Raffaele Accetta

Rosa ROMANO

Spettacoli

È iniziata sabato scorso la rassegna amatoriale Teatro a Casa Marone, una delle più longeve del Vallo di Diano che da 16 anni si tiene a Monte San Giacomo. A salire sul palco la Compagnia Samarcanda di Battipaglia con Il berretto a sonagli, una commedia in due atti di Luigi Pirandello. È partita sabato scorso la XVI edizione di “Teatro a Casa Marone”. Proposta anche quest’anno dal Comune e dell’Associazione “Grotta Briganti e Cacio” in collaborazione con l’Associazione “Terenzio Castella”. Ad aprire la rassegna di teatro amatoriale che da 16 anni si tiene a Monte San Giacomo la compagnia Samarcanda di Battipaglia. Ha portato in scena uno spettacolo che non ha bisogno di presentazioni: Il berretto a sonagli, una commedia in due atti di Luigi Pirandello.

 

La location della rassegna è sempre Palazzo Marone nel centro storico di Monte San Giacomo. 11 le serate in cartellone anche quest’anno ma con una novità. La rassegna si sposta al sabato, ogni settimana a partire dalle ore 19. Anziché tenersi di domenica come nelle passate edizioni. 

Rosa ROMANO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.