Spettacoli

Spettacoli

Il Teatro dei Dioscuri di Campagna è la seconda compagnia in concorso nell’ambito della XXIV edizione di Teatro in Sala al Mario Scarpetta.  Domenica prossima, 19 gennaio, con inizio alle ore 18, porterà in scena: ‘Come si rapina una banca’.

Un classico contemporaneo di Samy Fayad, allestito con la regia di Antonio Caponigro. Per festeggiare i suoi 30 anni di attività, il Teatro dei Dioscuri riprende uno dei propri cavalli di battaglia. “Brillante e a tratti surrealista, la commedia narra le vicende di una povera famiglia napoletana il cui capofamiglia, per riscattare il proprio destino, decide di rapinare una banca. Una storia scombinata, quella dei protagonisti, e alla fine la commedia si rivela un lavoro d’incastro di incredibile perfezione, come la vita che non spreca nulla”.

Il ‘talento ospite’ prima dello spettacolo sarà Angelo Chirichella, scultore 44enne originario di Sala Consilina protagonista di varie mostre, da Teano a Monreale a cura di Vittorio Sgarbi, da Genova a Capua, da Roccamonfina a Napoli, da Milano a Ferrara. Importantissime tracce della sua arte possono essere ammirate nella chiesa bizantina di Santa Maria dell’Assunta a Civita Cifti, Cosenza, dove realizzò il tabernacolo nel 2005 e, nel 2010, il monumentale coro ligneo intarsiato. La sua ultima esposizione, dal titolo ‘Legno in-forme’, c’è stata nel mese scorso presso il Museo Archeologico Elena D’Alto ad Atena Lucana.

Rosa ROMANO

Spettacoli

Per il secondo appuntamento di Teatro a Casa Marone sabato sera è tornata a Monte San Giacomo la compagnia Samarcanda di Battipaglia. Ha portato in scena la commedia “La Luna Quadrata” di Giorgio Solieri con la regia di Enzo Fauci che ne è anche attore protagonista insieme ad Amalia Gloriante ed Emilia Fauci.

Lo spettacolo, in due atti, è incentrato sulla famiglia e sulla figura centrale di un padre eterno Peter Pan. Dapprima assente per 15 anni per poi ripresentarsi nella vita di moglie e figlia sconvolgendone il tran tran quotidiano.

Il percorso artistico scelto da Samarcanda ha portato, negli anni, la compagnia teatrale battipagliese a scoprire giovani autori italiani per inserirli in modo brillante nel loro repertorio e proporli con entusiasmo. Di tale sperimentazione dell’arte teatrale in tutte le sue praticabili espressioni rende puntualmente partecipe la rassegna Teatro a Casa Marone di cui ormai è affezionata protagonista. Qui nelle scorse edizioni ha portato in scena: “Serata omicidio” di Giuseppe Sorgi, “La terrazza” di Paola Settele. E sabato sera ha pensato di far conoscere, con una grande lezione di teatro, Giorgio Solieri e la sua La luna quadrata, una profonda riflessione sull’esistenza. Molto apprezzata dal pubblico in sala.

La XVII edizione di “Teatro a Casa Marone”, che nasce dalla collaborazione del Comune di Monte San Giacomo e “Grotta Briganti e Cacio” con l’Associazione culturale “Terenzio Castella”, prosegue sabato prossimo, 18 gennaio. A salire sul palco la Compagnia Stabile di Bellizzi con Questi Fantasmi di Eduardo De Filippo.

Rosa ROMANO

 

Spettacoli

Per il secondo appuntamento di Teatro a Casa Marone torna a Monte San Giacomo l’associazione teatrale Samarcanda di Battipaglia che proporrà la divertente commedia “La Luna Quadrata” di Giorgio Solieri con la regia di Enzo Fauci che ne è anche attore protagonista insieme ad Amalia Gloriante ed Emilia Fauci.

Lo spettacolo, in due atti, è incentrato sulla famiglia e sulla figura centrale di un padre eterno Peter Pan dapprima assente per 15 anni per poi ripresentarsi nella vita di moglie e figlia sconvolgendone il tran tran quotidiano. C’è una moglie incattivita dall’abbandono e dalla vita, ragazza madre prima donna in carriera poi, una figlia adolescente insofferente al cupo grigiore della quotidianità e un uomo votato ad una eterna e giocosa giovinezza che come un terremoto ripiomba nelle loro vite. Alla fine riusciranno a conciliare le loro diversità e stabilire nuovi equilibri.

Ha preso il via sabato scorso l’attesissima XVII edizione di “Teatro a Casa Marone”. Domani il secondo dei 12 appuntamenti in cartellone. La rassegna si tiene sabato sera, a partire dalle ore 19 nella sala teatro di Palazzo Marone, nel centro storico di Monte San Giacomo. Così come Samarcanda, tutte le compagnie che si alterneranno sul palco quest’anno per un’altra appassionante stagione sono già conosciute perché affezionate protagoniste delle scorse edizioni.

La rassegna nasce dalla collaborazione del Comune di Monte San Giacomo e “Grotta Briganti e Cacio” con l’Associazione culturale “Terenzio Castella”.

Rosa ROMANO

Spettacoli

Il 7 Gennaio si è tenuto il terzo appuntamento della Stagione Teatrale 2019/20 del teatro comunale "Mario Scarpetta" di Sala Consilina. Lo spettacolo portato in scena dall'attore e cabarettista napoletano, nonché esponente della comicità napoletana, Lello Arena e il regista, drammaturgo, sceneggiatore e attore, Luciano Melchionna è stato  "Miseria e nobiltà", uno dei cavalli di battaglia di uno dei più grandi attori napoletani del secolo scorso Edoardo Scarpetta . La collaborazione tra i due artisti ha portato l'opera su una strada nuova, dove non si è avvertito troppo il distacco dal già visto e non vi è stata rinuncia ad aggiungere suggestioni di grande attualità come il razzismo nei confronti degli immigrati, il ritorno dell'analfabetismo, la mancanza di cultura e lo sfruttamento minorile.

La cifra stilistica di Luciano Melchionna dominata da una spiccata capacità visionaria di derivazione espressionista, la sua sensibilità e acutezza dominano su una regia attenta e precisa, aperta e al servizio degli attori e del pubblico, uno spettacolo di emozioni che diventa universale. La commedia mette in scena lo scontro tra miseria e nobiltà, fra ricchi e poveri, fra chi è invisibile e il potere sbruffone e arrogante attraverso un umorismo grottesco e tagliente che gli attori, bravissimi e affiatati, fanno funzionare perfettamente come un congegno ad orologeria. L'adattamento della commedia di Scarpetta appare bizzarro ed anticonvenzionale con una linea dark e grottesca sottolineata dalla scenografia curata magnificamente da Roberto Crea, i costumi realizzati da Milla e le musiche degli Stag.

L'idea di Melchionna di trarre da un classico per mostrare agli spettatori una storia senza tempo è geniale e si mostra portatrice di un messaggio non troppo lontano da questo misero presente per un pubblico pensante divertito e affascinato. Anche questa volta il teatro Mario Scarpetta grazie alla collaborazione del Teatro Pubblico Campano, ha dato dimostrazione di aver portato il "grande teatro"  nel nostro territorio con uno spettacolo che sicuramente sarà ricordato e che porterà un'affluenza sempre maggiore.

Ancora cinque gli spettacoli che saranno presentati al Teatro comunale:  il 28 Gennaio sarà presentato lo show di Massimo Lopez e Tullio Solenghi, l' 11 Febbraio sarà la volta di Silvio Orlando con "Si nota all'imbrunire" , il 22 Febbraio Maurizio Casagrande porterà in scena " Mostri a parte", il 13 Marzo un appuntamento, fuori abbonamento, con lo spettacolo di Biagio Izzo "Tartassati dalle tasse" per concludere poi la stagione  al femminile con Nancy Brilli il 25 Marzo con la commedia  "A che servono gli uomini".

Katia LUCIANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.