Sanità

Sanità

 

Ancora importanti consigli per tutti i consumatori arrivano dal dirigente della CISL Medici Rocco Panetta, che questa volta ospite degli studi di Uno Tv si occupa del pericoloso virus dell’Epatite A e sulle precauzioni da prendere per evitarlo. Ad esempio non tutti sanno che una importante fonte di diffusione dell’Epatite A è costituita dal consumo di frutti di bosco congelati crudi. L'intervista a Rocco Panetta 

Sanità

A rischio chiusura il reparto di Otorino- Laringoiatria dell'Ospedale di Polla. La notizia arriva abbastanza inaspettata, nonostante le risapute difficoltà dovute ai continui tagli apportati al settore sanitario provinciale e alla carenza di personale medico ed infermieristico, visto che proprio domenica scorsa il direttore generale dell'Asl di Salerno, Antonio Squillante, non ne aveva fatto cenno nel corso della sua visita a Sala Consilina. Ed invece in queste ore arriva la notizia della convocazione questo pomeriggio a Salerno, nella sede dell'ASL, dei medici otorini degli Ospedali di Polla, Vallo della Lucania e Sapri, per una riunione che avrebbe proprio per oggetto la chiusura dei rispettivi reparti e la volontà di accorparli presso l'Ospedale di Nocera. Su tutte le furie il sindaco di Polla Rocco Giuliano, che sta predisponendo in queste ore un documento da far firmare a tutti i sindaci del Vallo di Diano nel quale si evidenzia la contrarietà del territorio a questa ipotesi. "E' una scelta che non starebbe né in cielo né in terra –conferma Giuliano- e alla quale noi ci opporremo con tutte le nostre forze, invitando Squillante oltre che a soprassedere a anche a venire immediatamente nel Vallo di Diano per un confronto con i sindaci, nel quale ci dica una buona volta che futuro ha in mente per l'Ospedale di Polla e per le strutture sanitarie del Vallo di Diano". Attualmente sono ridotti a 2 i medici in servizio presso il reparto di Otorino – Laringoiatria di Polla, e avrebbero difficoltà ad assicurare il servizio agli utenti. Stessa situazione di difficoltà ci sarebbe e Sapri e Vallo della Lucania, di qui l'iniziativa di Squillante che vorrebbe tagliare la testa al toro e accorpare tutto presso l'Ospedale di Nocera. A Polla, Sapri e Vallo resterebbero previste solo visite e sedute ambulatoriali nel corso della settimana. Resta ovviamente ancora tutto da decidere e ufficializzare, ma l'incontro di oggi a Salerno rappresenta un forte campanello d'allarme per gli ospedali "interni" e l'indice di una volontà precisa da parte della dirigenza aziendale contro la quale i sindaci dal Vallo di Diano promettono battaglia.
Antonio Sica

Sanità


Dalle visite effettuate la scorsa settimana da parte del Cosnigliere Regionale Donato Pica, sono emerse numerose criticità per le strutture ospedaliere del Vallo di Diano. In seguito a ciò Pica scrive al Presidente della Regione Stefano Caldoro, al presidente della 5^ Commissione Sanità Schiano di Visconti e al direttore generale dell'ASL di Salerno Antonio Squillante per sollecitare interventi ed una programmazione adeguata

Sanità


Questa mattina il consigliere regionale Donato Pica si è recato in visita presso i presidi ospedalieri di Polla e Sant'Arsenio. L'iniziativa riguarda tutta l'Asl di Salerno e servirà a trarre un bilancio sullo stato dell'assistenza sanitaria. La verifica si è concentrata sull'aspetto complessivo delle strutture, a partire dagli immobili e le attrezzature, fino agli aspetti gestionali e organizzativi

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.