Sanità

Sanità

Sanità valdianese allo stremo. Mentre l'attenzione è tutta rivolta sull'emergenza Covid, in altri reparti dell'ospedale Luigi Curto di Polla emerge una situazione critica per ciò che riguarda l'assistenza ad altri pazienti. Una criticità che si registra in particolare in tre reparti e che è ormai nota da tempo.

L'Unità Operativa di Pediatria, diretta dal Dott. Teodoro Stoduto, l'Unità Operativo di Ortopedia, diretta dal Dott. Antonio Caronna e l'Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia il cui responsabile è il Dott. Francesco De Laurentiis, di diversi mesi, anche anni, sono costretti a fare i conti con carenze di personale che costringono gli operatori in servizio a turni massacranti. Secondo quanto emerge a nulla sono valse le ripetute richieste di immediato intervento da parte degli enti preposti e gli inviti rivolti alla politica locale nella speranza di pressioni capaci di risolvere la situazione. Da mesi pare si va avanti con situazione difficili da gestire a cui si è unita anche l'emergenza covid che aggrava si ulteriori pesi la gestione già difficile dei reparti.

Come quanto accaduto presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia del Curto dove una paziente ricoverata per la necessità di effettuare un intervento, è risultata positiva al Covid 19. Un caso che ha costretto alla chiusura del reparto e alla gestione, da parte dei responsabili, dell'emergenza che, pare, sia in via di definizione con la possibile riapertura del reparto entro la giornata di domani. Per la paziente, infatti, si è reso necessario il trasferimento presso altro presidio programmato per quest'oggi.

Altrettanto critica poi la situazione dell'U.O. di Ortopedia dove è stata disposta la chiusura del reparto per tutto il mese di marzo ossia a partire dal 3 al 28 marzo per consentire il riposo biologico ai medici in servizio. Due i medici in servizio presso l'Unità Operativa di Ortotraumatologia del Curto, indisponibili nel mese di marzo: un medico per ferie dal 3 al 14 marzo ed il Dott. Caronna da 14 al 28 marzo dovrà osservare il necessario riposo biologico.

Per tutto il mese di marzo in servizio resterebbe un solo medico che comunque non può coprire tutti i turni per un periodo così lungo. Una situazione di emergenza che si era creata già tra giugno e settembre del 2019 quando il servizio presso il reparto di ortopedia c'era un solo medico disponibile, ossia il Dott. Caronna che, con sforzi sovraumani ha comunque mantenuto attivo il reparto. Ora però, dovendo per obblighi di legge osservare il riposo biologico, è stato necessario disporre la chiusura del reparto inviando comunicazione al direttore sanitario Dott. Luigi Mandia ed al responsabile del Pronto Soccorso in cui ha annunciato l'impossibilità ad effettuare ricoveri presso l'unità operativa nel periodo indicato.

Un problema a cui si sta cercando di porre rimedio anche se resta evidente come, in diversi reparti del Curto sono costretti a fare ogni volta sforzi enormi per tamponare alle emergenze che, nel caso del reparto di ortopedia si verificano regolarmente da diversi anni.

Anna Maria CAVA

Sanità

Il centro vaccinale di Polla continua nella sua attività che si registra anche alquanto intensa vista la massiccia partecipazione alle operazioni. Sono oltre 3000 le persone d età pari o superiore a 80 anni che si sono prenotati sulla piattaforma della Regione per eseguire le vaccinazioni con vaccino Pfizer. Due i centri impegnati in questa lavoro, il primo presso l'ospedale Luigi Curto di Polla che è anche centro Hub per al provincia a sud di Salerno e l'altro a Teggiano.

La Dott.ssa Angela Morra responsabile del centro allestito presso il Curto, traccia un bilancio d questi mesi d attività con specifico riferimento per ciò che riguarda le vaccianzioni sugli over 80 che si stato effettuando in stretta sinergia con il distretto sanitario la cui referente è la Dott.ssa Rosa D'Alvano. La Dott.ssa Morra assicura: "chi al momento non è stato ancora contattato stia tranquillo, provvederemo a breve". Le vaccinazioni, infatti proseguono seppur celermente ma in maniera contingentata per evitare rischi assembramento dato che ogni soggetto da vaccinare ha con se sempre almeno un accompagnatore. 

Anna Maria CAVA

Sanità

vaccini polla

In questa prima fase di vaccinanzione e mentre sono in atto i richiami per la seconda ose che dovrebbe portare alla immunità dei soggetti a cui i vaccino è stato somministrato, arriva la richiesta della UILFPL di verificare se il vaccino è effettivamente efficace, ringraziando nel contempo tutti gli operatori sanitari del presidio ospedaliero di Polla impegnati nella campagna di vaccinazione.

Con una lettera inviata al direttore dell'Ospedale del Luigi Curto e per conoscenza ai dipendenti, i referenti della UIL FPL di Polla evidenzia la necessità di effettuare un monitoraggio post vaccinazione quale strumento preventivo per valutare il livello iniziale di anticorpi contro la Sars-Cov-2.

"Ringraziamo - scrivono - tutti coloro che, a vario titolo, stanno lavorando nelle varie Unità Operative contro il Covid, dimostrando che le emergenze si superano con l'impegno di tutti e un plauso per l'organizzazione dimostrata nella campagna vaccinale effettuata dal presidio ospedaliero pollese

Sanità

esenzione-ticket

Con nota della Regione Campania dello scorso 25 gennaio, sono state prorogate le certificazioni di esenzione ticket per i pazienti affetti da patologie croniche, malattie rare o condizioni del paziente stesso. Tutte le esenzioni in scadenza in questi giorni sono state prorogate al 31 marzo 2021.

Sono inoltre state prorogate anche le scadenze per le esenzioni ticket da reddito. Una decisione che è stata assunta al fine di ridurre l’accesso agli sportelli dei distretti sanitari dell’ASL e quindi evitare rischi affollamenti. Pertanto, fino al 31 marzo prossimo resteranno valide le certificazioni e le autocertificazioni presentate nell’anno 2019.

Intanto, dalla Regione Campania, viene comunicato la predisposizione di un portale dedicato al cittadino che consentirà, tra i vari servizi offerti anche di presentare le proprie autocertificazioni, direttamente on-line al fine di ottenere il rilascio del certificato di esenzione per reddito. La piattaforma web sarà disponibile a partire dal 1° marzo 2021. Per avere accesso al portale e poter usufruire dei servizi offerti sarà necessario disporre di un codice SPIED oppure utilizzando la propria tessera sanitaria

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.