Sanità

Sanità

MEDICIDOTTORI

In arrivo nuovi medici. Dall’Asl Salerno è stata pubblicata la convocazione per medici specialisti da mettere in servizio, a tempo determinato, presso gli ospedali e i Distretti sanitari provinciali. Buone notizie per il “Luigi Curto” di Polla e il Distretto 72 di Sala Consilina.

L’avviso riguarda: un cardiologo presso il poliambulatorio di Teggiano (lunedì dalle 8 alle 14) e uno presso il poliambulatorio di Sant’Arsenio (venerdì dalle 8,30 alle 14,30); due neuropsichiatri infantili per l’UO Materno infantile di Sala Consilina (lunedì e martedì dalle 8,30 alle 13,30) e un oculista per il poliambulatorio di Sant’Arsenio (lunedì dalle 8 alle 13). Si tratta di incarichi a tempo indeterminato. All’Ospedale di Polla invece potrebbero arrivare: due cardiologi, un otorinolaringoiatra e un pediatra per tre mesi, due chirurghi generali per 6 mesi. Lavoreranno 38 ore a settimana su turni variabili. È stato pubblicato l’avviso dall’Asl, ora bisogna vedere chi dà la disponibilità. Le convocazioni sono previste tra il 29/30 aprile e 6 maggio prossimi

Sanità

aslallattamento

L’Asl Salerno organizza il Corso di Formazione Aziendale "Promozione e pratica dell'allattamento al seno”, che si terrà nei giorni 27, 28 e 29 marzo prossimi presso il P.O. Santa Maria della Speranza di Battipaglia. Per promuovere ed incoraggiare la pratica dell’allattamento al seno, il corso è stato attivato dall’Asl Salerno in linea con la programmazione della Regione Campania, ed è strutturato in due momenti: a questo primo appuntamento previsto presso il P.O. di Battipaglia, ne seguirà un secondo, che si terrà nel mese di ottobre presso il PO Umberto I di Nocera Inferiore. L’attività didattica sarà coordinata dal dott. Riccardo Davanzo. Il corso, che ha una durata di 20 ore, si inquadra tra le attività previste dal programma C "I primi 1000 giorni di vita" del piano Regionale della Prevenzione e del Piano Operativo Aziendale del percorso nascita

Sanità

Numerose le persone che hanno raggiunto il camper dell'ASL di Salerno ieri in Piazza Mons. Forte a Polla dove i referenti del distretto sanitario 72 Sala Consilina-Polla, erano presenti per effettuare controlli gratuiti per la prevenzione di malattie oncologiche e per raccogliere prenotazioni per esami da effettuare in sede con apposite apparecchiature come la mammografia. Il Camper dell'ASL è giunto a Polla nell'ambito della Campagna promossa dall'ASL di Salerno e voluta dalla direzione generale per facilitare i controlli preventivi con screening gratuiti mammografico, della cervice uterina e del colon retto.

A supporto del programma di prevenzione già avviato, l'ASL di Salerno, in questo mese di marzo, ha voluto ulteriormente rafforzare la sua presenza e la sua vicinanza al cittadino con un camper imponente allestito ad ambulatorio mobile per il progetto "Ci prendiamo cura di Te". 15 fino ad ora le Piazze raggiunte dal camper con tappa ieri a Polla come da richiesta del Dott. Antonio Mondelli, direttore del distretto sanitario 72. A partire dalle ore 9,00 in Piazza Mons. Forte, il referente amministrativo del direttore sanitario Dott. Pierangelo De Siervi, il Dott. Michele D'Angiolillo  la Dott.ssa Elena Fiordispina, rispettivamente responsabile e coordinatrice dell'Unità Operativa Materno Infantile del distretto Sanitario 72 , con l'ausilio delle infermiere Giovanna D’Elia e Franca Giuliano, sono stati a disposizione di numerosi pazienti che nella giornata di ieri hanno raggiunto Polla per effettuare screening gratuiti alla cervice uterina e per prenotare screening mammografici e del colon retto.

Ma la presenza del Camper dell'ASL di Salerno, come spiegato dal Dott. Michele D'Angiolillo, in questo mese di marzo ha avuto anche la funzione di confronto con i pazienti che hanno avuto la possibilità di ricevere tutte le informazioni utili alle loro esigenze. Bilancio più che positivo per la tappa di Polla quindi dove sono state circa 40 le persone visitate a cui si sono aggiunte le numerose prenotazioni raccolte per effettuare esami specifici. A poche ore quindi dal termine della Campagna "Ci prendiamo cura di te" almeno per ciò che riguarda il distretto sanitario 72, si può parlare di successo dell'iniziativa che ha consentito alle comunità di poter sentire l'ASL più vicina e attenta alle loro esigenze sanitarie.

Anna Maria CAVA

Sanità

Gli uomini e le donne che in Campania devono sottoporsi a radioterapia e chemioterapia avranno da ora in poi maggiori opportunità di diventare genitori grazie alla rete regionale per l’“Oncofertilità”. Il progetto che si avvale della collaborazione dell’Istituto Superiore di Sanità e Centro Nazionale Trapianti mira infatti ad offrire a pazienti con problemi oncologici all’apparato genitale la possibilità di preservare la propria fertilità attraverso la crioconservazione di spermatozoi e ovociti.

Sono stati attivati in Campania due centri col ruolo di Hub, uno alla Federico II di Napoli, l’altro al Moscati di Avellino. Saranno operativi H 24 per 365 giorni all'anno, con presa in carico del paziente entro 72 ore per consulenze multidisciplinari. I pazienti oncologici, sia donne che uomini, potranno usufruire delle più attuali e validate strategie di preservazione della fertilità. La rete che coinvolge anche i centri Spoke di regioni limitrofe si avvale di una piattaforma informatica eClinical messa a punto per la raccolta dei dati clinici, un software integrato con la piattaforma già esistente Oncotech/Gim, un caso unico in Italia, rivolto a tutti i centri oncologici regionali per consulenze e discussioni. 

“Uomini e donne – spiega il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca – che fino a oggi non avevano alcuna garanzia di fertilità dopo le cure di radioterapia e chemioterapia, da oggi possono invece tornare ad una vita normale senza dover rinunciare all'esperienza della maternità o della paternità”. “E’ una scelta di grande civiltà – afferma il governatore - che riguarda migliaia di donne e uomini con questo problema e che insieme alla recente istituzione della rete per la procreazione medicalmente assistita colloca oggi la Regione Campania all’avanguardia in Italia”. 

Antonella D'ALTO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.