Sanità

Sanità

test rapidi covid

Test rapidi per gli operatori sanitari e per le persone che risultano essere fortementye sposte a casi di contagio. Lo ha annuncato l'Unità di Crisi della Regione Campania specificando che i test partiranno da domani. 2 gli obiettivi prefissati: 

- precoce identificazione di infezione da Covid 19 tra il personale sanitario;

- instradamento precoce di possibili casi covid nei percorsi dedicati in maneira tale da porre in isolamento in tempi celeri i soggetti a rischio positività a tutela degli ambienti ospedalieri. 

I sistemi di rilevazione rapidi che consentono l’individuazione degli anticorpi IgM e IgG anti coronavirus, sono stati attivati in 10 laboratori dedicati alla ricerca del virus Covid 19 implementando la capacità di effettuare tamponi. 

In questa prima fase saranno utilizzati insieme agli RT-PCR su tampone, per l’individuazione precoce degli infetti e per una valutazione epidemiologica di siero prevalenza nella popolazione, iniziando dai soggetti maggiormente esposti (operatori sanitari delle Aziende Sanitarie inseriti nei percorsi Covid-19 positivi e nelle Reti tempo dipendenti) e dai pazienti sintomatici e/o esposti.

Per garantire una efficace validazione epidemiologica regionale, il percorso di identificazione dei positivi/negativi Covid-19 verrà tracciato attraverso l’utilizzo della piattaforma informatica regionale. Pertanto tutti gli operatori, individuati dalle aziende sanitarie regionali per effettuare test rapido e/o il tampone per la ricerca del Covid-19, sono obbligati, previa raccolta consenso informato dell’utente, ad accedere a tale piattaforma.
 
L’accesso sarà semplificato tramite la fornitura da parte del Servizio informatico regionale, di una applicazione scaricabile dagli operatori aziendali qualificati su computer, smartphone e tablet.
 
Nelle aziende sanitarie regionali e laddove possibile, per aumentare la capacità di identificare i soggetti positivi, il test rapido verrà utilizzato con il siero del paziente.
 
Per dare celere esecutività al protocollo in oggetto le Direzioni Strategiche Aziendali verranno coadiuvate da uno specifico gruppo di lavoro all’uopo istituito lavorando come team multidisciplinare.
 
I test rapidi verranno utilizzati inizialmente per tutti i pazienti che afferiscono alle seguenti aree:
- Area Ospedaliera di P.S. in pre-triage e triage;
- Area emergenza/urgenza
- Area per le attività ambulatoriali indifferibili come Dialisi, Oncologia e Radioterapia
 
I test rapidi verranno utilizzati inizialmente in via preliminare per tutti gli operatori sanitari esposti alle aree:
- Area COVID-19
- 118
 
La fase territoriale di ampliamento dell’obiettivo target prevede anche l’esecuzione del test rapido agli operatori esposti nei servizi sanitari di base e i pazienti sintomatici domiciliari attraverso le Unità Speciale Continuità Assistenziali (USCA) COVID-19.
 

Al momento i test rapidi verranno effettuati per il solo tramite di strutture pubbliche, attraverso gli operatori opportunamente formati.

Sanità

mascherine

383 mila mascherine in arrivo in Campania tra oggi e domani. Ad annunciarlo la Regione Campania con un comunicato stampa in cui spiega come, dal pomeriggio di oggi a disposizione del personale sanitario 8000 mascherine facciali FFP2 mentre altre 35mila saranno consegnate nella giornata di domani. Sono inoltre in consegna altre 340 mila mascherine facciali comunemente chiamate chirurgiche. 40 mila in consegna oggi mentre altre 300 mila arriveranno entro domani. Inoltre dall'ente regionale fanno sapere che sono stati attivati canali propri per garantire la fornitura di 50 mila mascherine chirurgiche ogni giorno. Un provvedimento finalizzato a coprire l'esigenza in primis del personale medico e infermieristico in prima linea negli ospedali campani in questo periodo di emergenza epidemiologica. "Con tali misure dovrebbe essere garantita una fornitura stabile, ma occorre sempre raccomandare, in generale, un uso parsimonioso e secondo protocolli delle stesse mascherine". Dalla Regione fanno inoltre sapere che si sta provvedendo a reperire test rapidi per il COVID 19 in grado di garantire un risultato il più possibile attendibile sulla eventuali positività dei soggetti sottoposti all'analisi, in maniera tale da rendere ancor più efficaci ed efficienti gli interventi di emergenza.

Sanità

Si è rivelato un vero successo ed è stata ancora una volta la certificazione della solidarietà umana del popolo valdianese nei momenti difficili. Ieri mattina raccolta sangue straordinaria presso l'Ospedale di Polla con la partecipazione di circa una 30ina di persone che hanno effettuato regolarmente la donazione del sangue in una giornata speciale in cui la generosità e la sensibilità dei valdianesi è stata assoluta protagonista.

Presso il centro trasfusionale del Luigi Curto di Polla i sanitari dell'unità operativa e i volontari del gruppo Fratres insieme ai volontari del gruppo Misericordia del Vallo di Diano, due gruppi entrambi presieduti da Benedetto Mazzariello, hanno adottato tutte le misure necessarie per effettuare le donazioni nel rispetto della normativa vigente in materia di riduzione dei rischi di contagio da Covid 19. E così è stata allestita una sala d'attesa all'estero del presidio ospedaliero, complice anche una bella giornata di sole che ha reso piacevole l'attesa, per la donazione.

I volontari, dotati dei Dispositivi di Protezione Individuale, hanno assistito i donatori assicurando la distanza di sicurezza e dotandoli di mascherina protettiva. Inoltre, gli operatori sanitari e i volontari, rispettando la distanza minima di almeno 1 metro, consentivano l'accesso singolo per le donazioni, evitando i contatti ravvicinati e soprattutto evitando la calca. Un lavoro attento e meticoloso che ha dato i suoi frutti. Niente affollamenti ma tantissima partecipazione. Circa 30 le donazioni di sangue che è stato possibile raccogliere, con molte altre persone che è stato necessario rimandare a casa con la promessa che torneranno in questi giorni di apertura della raccolta sangue per effettuare le loro donazioni.

Le operazioni su ciascun donatore, infatti, sono durate più del previsto per l'esigenza di rispettare le norme anti-contagio. La pazienza dimostrata dai tanti donatori è stata però esemplare e significativa, segno evidente di come la volontà di essere utili in un momento di difficoltà è innata nella comunità valdianese. Una buona notizia quindi in questi momenti bui che, grazie al lavoro attento dei volontari del Gruppo Fratres, del Gruppo Misericordia, del personale sanitario del centro trasfusionale e soprattutto dei donatori, certifica come insieme e seguendo tutti lo stesso cammino, si possono superare le difficoltà.

Anna Maria CAVA

Sanità

coronavirus

Un altro caso di positività da coronavirus a Polla. Un uomo che, secondo quanto si apprende aveva avuto contatti con uno degli appartenenti del gruppo di preghiera, si è recato presso l’ospedale di Polla (COSA ASSOLUTAMENTE DA NON FARE) dichiarando di aver avuto contatti con un membro del gruppo religioso. Sottoposto a tampone, questa mattina il risultato che ha confermato la positività del paziente. L’uomo è al momento in isolamento presso il Luigi Curto.

Si ricorda ancora una volta che, laddove si presentino sintomi legati al contagio da Covid 19 oppure si teme un contatto con persone potenzialmente infetta, è TASSATIVAMENTE VIETATO RECARSI IN OSPEDALE per effettuare il tampone.

In tali casi il protocollo da seguire è:

CONTATTARE TELEFONICAMENTE IL MEDICO CURANTE O PEDIATRA DI LIBERA SCELTA,

saranno loro ad occuparsi dell’attivazione della procedura di controllo e verifica per l’accertamento di eventuale contagio da COVID 19

Inoltre sarà cura dei sanitari verificare se, le condizioni del paziente, sono tali da rendere necessario il trasferimento presso l’Ospedale Luigi Curto che è pronto ad accogliere e a gestire le emergenze.

È necessario evitare di bloccare l’attività dell’ospedale con casi che possono essere gestiti da casa

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.