Sanità

comitatosapri

Il Comitato di Lotta a Difesa dell’Ospedale di Sapri continua a tenere alta l’attenzione sulla questione sanità nel Golfo di Policastro. Secondo il Piano ospedaliero regionale, publicato da poco, il nosocomio saprese, così come il Luigi Curto di Polla, sarebbe definito DEA di I livello. La notizia fu salutata con entusiasmo dai più soprattutto dopo la paventata chiusura dei relativi Punti nascita perché la si lesse come garanzia di superamento del rischio. In realtà, scrivono dal Comitato, “la promozione non salva il Punto nascita. Il Piano è pieno di palesi contraddizioni poiché penalizza l’Ospedale con chiusura di reparti e rimozione di primari".

Il Comitato poi aggiunge che ha sviluppato una “piattaforma rivendicativa” per la riformulazione del documento che di fatto riorganizza la sanità regionale. Invita i cittadini a restare in allerta e pronti a mobilitarsi per i propri diritti.

Un momento di confronto potrebbe esserci sabato, 2 febbraio, quando il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, sarà a Sapri in occasione della presentazione del libro “La rivolta di Sapri” dell'Avvocato Franco Maldonato. Si terrà al Cineteatro Ferrari dalle 9:30. E poi, ore 12 circa, nella tarda mattinata il governatore andrà in visita proprio all’Ospedale dell’Immacolata. 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.