Sanità

Sanità

Puntuale come un orologio svizzero, da oggi un nuovo blocco delle convenzioni per le analisi del sangue e le radiografie in regime convenzionato nell’ambito dell’Asl Sa. Sono già esauriti i tetti di spesa trimestrali ovvero le risorse da dare al privato accreditato per il periodo ottobre-novembre-dicembre.

L’ASL ha comunicato ai centri privati convenzionati le date di esaurimento dei tetti di spese per esami di laboratorio e di diagnostica. Domani, 10 novembre, termina il budget per la Cardiologia. Mentre per la pneumologia ci sono risorse fino a fine anno.

La speranza è che dopo la trasmissione dei dati ufficiali che tutti i centri devono inviare entro il 10 novembre ci possa essere qualche modifica alle date presunte di sforamento. Se confermate invece, fino alla fine dell’anno, i salernitani che hanno bisogno sono costretti a pagare di tasca propria l'intero importo delle prestazioni sanitarie richieste non potendo più usufruire delle convenzioni, altrimenti deve inserirsi nelle liste d'attesa delle strutture pubbliche con i tempi ben noti a tutti. Oppure, l’altra triste scelta, è di rinunciare alle cure!

Mesi duri per tanti utenti soprattutto per quelli appartenenti alle fasce più deboli ovvero anziani ed esenti.

“Per affrontare la criticità degli sforamenti dei budget assegnati alla specialistica ambulatoriale accreditata c'è bisogno di interventi strategici essenziali. Da Palazzo Santa Lucia sembra inizia muoversi qualcosa – come riporta IlMattino - Pare in questa fase di programmazione 2020 la Regione abbia seriamente intenzione di rivedere i finanziamenti alle strutture accreditate e di aumentare i volumi massimi di prestazioni autorizzati, rendendoli più vicini alle reali esigenze. A questo, poi, si aggiungerebbe anche una rimodulazione dei periodi di monitoraggio, che passerebbero dall'attuale riparto trimestrale a quello a sei mesi o addirittura tornare a quello annuale”.

Rosa ROMANO

Sanità

asltourdiabete

In occasione della Giornata Mondiale contro il Diabete, che si celebra il 14 novembre prossimo, l’Asl Salerno ha organizzato “Diabete e Famiglia - Tour 2019”, un tour finalizzato a promuovere sul territorio provinciale iniziative di sensibilizzazione, prevenzione e informazione sul diabete e sulle attività della rete diabetologia dell’Azienda.

Quest’anno la campagna è rivolta particolarmente al diabete di tipo 1, che insorge in età pediatrica e nell’adolescenza con una prevalenza in Italia pari allo 0.2% mentre l’incidenza sotto i 15 anni è di 12 casi/100.000 all’anno. In tale forma di diabete il pancreas non produce insulina, ed è quindi necessario che essa venga iniettata ogni giorno attraverso iniezioni sottocutanee.

In tale contesto importanza fondamentale acquista il ruolo della famiglia, che diventa “la culla della prevenzione”. Il ruolo dei genitori soprattutto nei confronti dei bambini più piccoli è infatti indispensabile: essi devono gestire ed adeguare l’alimentazione e la quantità di insulina che il bambino deve assumere di volta in volta. Il bambino, inoltre, deve essere motivato ed educato a mangiare cose buone, e bisogna fargli capire, anche con il gioco, quanto sia importante controllare la glicemia, senza, però, opprimerlo con paure e imposizioni.

L’iniziativa prevede cinque appuntamenti nei quali una postazione mobile dell’Asl sarà presente nelle piazze dei comuni individuati, dalle ore 9.30 alle ore 18.00, secondo il seguente calendario: 11 novembre a Salerno in Piazza Casalbore; 12 novembre a Cava de’ Tirreni in Piazza Amabile; 13 novembre a Sala Consilina nel Parcheggio 4 Torri in Via Mezzacapo; 14 novembre a Vallo della Lucania in Piazza V. Emanuele; 15 novembre a Sapri in Piazza Plebiscito

Qui i cittadini troveranno personale specializzato ed operatori dell’Asl che svolgeranno opera di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione, dell’adozione di corretti stili di vita e di alimentazione, e sulla gestione della patologia diabetica e delle problematiche ad essa correlate.

I ragazzi presenti, inoltre, saranno coinvolti in quiz e giochi interattivi finalizzati alla conoscenza del diabete, ed alla prevenzione attraverso l’acquisizione di corretti stili di vita e di alimentazione.

Il progetto è coordinato dalla dr.ssa Paky Memoli, referente della Rete Diabetologica Aziendale Asl Salerno.

Informazioni sulla patologia e sui CAD (Centri Anti Diabete) presenti in ogni distretto sanitario possono essere assunte sulla home page sito aziendale www.aslsalerno.it e sulla pagina Facebook Asl Salerno

Sanità

Apertura del Night Hospital di Psichiatria di Polla, un tema che sta tenendo banco negli ultimi giorni, non solo nel comprensorio valdianese. Sulla vicenda è intervenuta la Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità di Salerno che, attraverso una missiva indirizzata al Direttore dell’Asl Mario Iervolino, chiede ulteriori chiarimenti.

Abbiamo atteso con ansia i medici affinchè fosse attivo anche di notte il servizio Day Hospital – si legge nel comunicato – funzionante solo parzialmente per carenza di personale. L’Unità Operativa di Salute Mentale conta attualmente 5 unità mediche e un’Unità Dirigente di II Livello”.

Per FIALS esistono le condizioni che“permettono di redigere un turno di reperibilità medica per garantire il servizio anche di notte. La dotazione organica infermerieristica di un’unità più una reperibile consente il turno di notte”. I pazienti e la società – conclude la missiva – chiedono immediatamente la riapertura anche alla luce della risoluzione delle carenze iniziali. Il tutto è finalizzato al miglioramento dell’assistenza delle emergenze in ambito psichiatrico soprattutto dopo la chiusura del Servizio Psichiatrico di Dipendenza e Cura di Sant’Arsenio”.

Federico D'ALESSIO

Sanità

Anche l'Ospedale di Polla entra a far parte della Rete Oncologica della provincia di Salerno. Con delibera del direttore generale dell'ASL di Salerno Mario Iervolino, infatti, sono stati ufficializzati i componenti del Gruppo Oncologica Multidisciplinare che supporteranno le attività legate al servizio oncologico dell'Azienda Sanitaria Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. Lo scorso 15 ottobre il direttore Iervolino, nell'ambito delle nuove disposizione ha sottoscritto le delibere finalizzate a rendere più efficiente il servizio ma anche a coprire l'intero territorio la cui vastità impone una più capillare rete di servizi.

In questa nuova integrazione della rete oncologica, entra di diritto anche il presidio ospedaliero pollese che, secondo quanto emerge, sarà chiamato alla gestione dei Protocolli Diagnostici Terapeutici per i tumori del Colon Retto e di natura urologica. Tra i comonenti del Gruppo Oncologico Multidisciplianre entrano anche i presidi di Vallo della Lucania con il San Luca e di Sapri con l'ospedale dell'Immacolata. Quest'ultimo in particolare viene inserito in collegamento con l'ospedale di Polla. Infatti, nelle delibere di riferimento e nel punto in cui si fa riferimento a presidio saprese, si legge che viene inserito "in un tutt'uno funzionale con il PO di Polla nell'ambito del Polo Oncologico dell'Area SUD".

L'esclusione di Polla aveva fatto discutere e non poco dato che, in occasione dell'approvazione della nuova Rete Oncologica Campana, per la provincia a sud di Salerno compariva come unica struttura accredita la Clinica Cobellis di Vallo della Lucania. Con questa modifica, anche Polla entra a far parte della rete con specifico riferimento il trattamento di patologie tumorali del colon retto e urologiche. Un grande risultato che, dal Cilento, definiscono anche importante se si pensa al progetto di realizzazione degli Ospedali Riuniti del Parco. Un progetto che punta a mettere in rete tutti i presidi ospedalieri presenti nell'area parco al fine di potenziare ed efficientare il servizio sanitario su un territorio vasto ed eterogeneo. In questa prospettiva, il presidente della Comunità del Parco ha annunciato l'intenzione di convocare presto un incontro alla presenza di tutti i sindaci dei comuni afferenti all'area parco

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.