Politica

Politica

sala-consilina

È stato fissato al prossimo 27 giugno alle ore 19,00 in prima convocazione, il prossimo consiglio comunale a Sala Consilina, nel corso del quale saranno anche affrontati i temi proposti dai gruppi consiliari di opposizione attraverso apposita interrogazione.

In particolare, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cavallone ha previsto la trattazione dei temi rispondenti ai questiti del gruppo Salesi su iniziative in corso finalizzate alla riapertura del Carcere e la mozione su proposta per la riapertura del Tribunale. All'ordine del giorno è stata anche inserita la discussione sulla mozione presentata dal gruppo di Evoluzione Sala per l'istituzione del commissariato di Polizia di Stato a Sala Consilina.

Sarà inoltre anche la seduta in cui sarà eletto il nuovo Presidente del Consiglio comunale.

Altri argomenti all'ordine del giorno: approvazione rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018; Approvazione Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento, Presentazione delle linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso dei mandato e variazione del bilancio di previsione.

In caso di non raggiungimento del numero legale la seduta si aggiornerà in seconda convocazione a venerdì 28 giugno alle ore 20,00 sempre presso l'aula consiliare del comune

Anna Maria CAVA

Politica

111 amatruda

 

 

“Mara vuole cambiare il partito ? Bene, le credo. Ha le capacità e l’esperienza per farlo. Inizi da Salerno” è la provocazione di Gaetano Amatruda. Il giornalista, che da mesi non partecipa più alla vita di Forza Italia, consegna un appello provocazione a quello che ormai è il suo ex partito. 
“Inizi - scrive - da qui archiviando la stagione dello sport nazionale, di chi si dice suo fedelissimo, che è ‘l’invio dello screenshot al Capo’ di ogni pensiero diverso. Inizi da Salerno dove c’è un ‘club di amici’ che è allergico al confronto. Dove non c’è la logica dello staff ma quello degli amici o delle amiche del Capo di turno”.
“Dove - continua ancora- ogni idea diversa diventa, nella testa di chi guida il partito, disegno sovversivo. Inizi da qui, dove l’indicazione è quella di non invitare alle riunioni chi ha idee diverse dal cerchio magico. Inizi da qui dove si sono consumate vendette, depennamenti nottetempo, e dove la logica dei veti impedisce ogni dibattito. 
Inizi da Salerno dove il sorpasso anche di Fdi è nei fatti e dove è troppo timida, ed è di pochi, la battaglia contro il sistema De Luca”
“Inizi da qui - sottolinea- dove il rinnovamento è solo un annuncio, dove l’apertura alla società civile ed alle Associazioni è riflessione di circostanza. 
C’è un lavoro lungo e duro da fare”.
Sui social Amatruda provoca anche gli amici consiglieri provinciali, Ruberto e Celano, che avevano espresso apprezzamenti per il nuovo corso di Forza Italia. 
“Ragazzi ottima notizia” dice riferendosi all’incarico della Carfagna e rilancia “Vi stimo ed è per questo che vi invito a conservare uno spirito libero e critico
A combattere perché tutte le posizioni possano essere legittime in una comunità Sapete che non è così. Sapete che vince (a Salerno) la logica del cerchio magico, delle vendette e delle cordate”.
“Serve, prima di ogni cosa, una grande operazione di responsabilità e maturità. Senza ipocrisie. 
È il momento - rilancia - giusto per avviare questa operazione. 
La facciamo insieme ? Non è contro qualcuno. È per tutti, è per costruire.
Iniziate anche voi a sottolineare un po’ di cose che non vanno o dobbiamo essere prigionieri del ‘va tutto bene signora la Marchesa?’

Politica

Ieri sera l'Europarlamentare eletta nelle file della Lega Lucia Vuolo, è stata in visita nel Vallo di Diano per ringraziare personalmente i suoi elettori e per ribadire il suo impegno a favore dei territorio della provincia di Salerno. Accolta dal responsabile della Lega per il Vallo di Diano Giuseppe Vitolo e dalla responsabile di Sala Consilina Loredana Maraniello, l'On. Vuolo nel suo intervento ha voluto evidenziare come sia necessario lavorare con meticolosità per far si che l'Europa diventi una grande opportunità anche per i territori come il Vallo di Diano ma che, tale azione, va portata avanti con capacità e dedizione al lavoro. 

Anna Maria CAVA

Politica

Dal gruppo di opposizione consiliare Salesi, capeggiato da Domenico Cartolano, arrivano le prime istanze formali all'amministrazione comunale di Sala Consilina. Richieste di chiarimenti e puntualizzazioni dalla neo minoranza che punta innanzitutto a inserire all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale due questioni “calde” per la cittadina e tutto il comprensorio: tribunale e carcere. “Perché – scrivono – si possa decidere di sollecitare un incontro con il Ministro di Giustizia On. Alfonso Bonafede al fine di verificare le reali possibilità e le condizioni per un ripristino del Presidio Giudiziario”. Soppresso, va ricordato, nel 2013 quando l’attuale capogruppo di Salesi era vicesindaco dell'allora primo cittadino Gaetano Ferrari. Inoltre chiedono di “sapere a che punto è il tavolo tecnico instaurato con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e quali altre iniziative e il Comune intenderà intraprendere per la riapertura del Carcere”. La cui chiusura, lo si è ripetuto più volte, è stata la naturale conseguenza di quella del tribunale.

E ancora, la minoranza esige spiegazioni in merito ad altre questioni come l'organizzazione degli eventi estivi 2019 e la pianificazione per gli anni successivi; per quel che riguarda poi la festa organizzata da SalaViva invece chiedono di poter accedere agli atti prodromici relativi all’evento, dalla Scia per la somministrazione delle bevande alla organizzazione del piano di sicurezza; si soffermano poi sui i lavori di rifacimento del marciapiede di Corso Vittorio Emanuele per conoscere la destinazione della pietra di Padula (materiale di pregio) e degli alberi rimossi a seguito dei lavori ed i nuovi materiali che saranno utilizzati; chiedono di predisporre un regolamento comunale che disciplini lo streaming delle sedute consiliari; infine il ripristino a giardino pubblico dell'area dei Giardinetti di via Garibaldi attualmente sosta per il trasporto urbano.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.