Politica

Politica

auletta23

Il sindaco Pietro Pessolano ad Auletta ha assegnato le deleghe. In Giunta Antonio Addesso che, forte delle sue 203 preferenze, sarà vicesindaco, e l’assessore Luigi Cavallo. Per i Consiglieri: Onofrio Cocozza, capogruppo consiliare, ha la delega ai Lavori pubblici e Territorio; Claudio Parisi Affari legali e Contenzioso; Luigi Vignuoli Turismo e Protezione civile; Carmine Soldovieri Comunità Montana Tanagro e Agricoltura; Franco Robertazzi Sport, Polizia municipale e Sicurezza. Pessolano ha voluto coinvolgere nell’attività amministrativa anche i candidati non eletti che avranno dei ruoli precisi: Danea Gavioli si vede assegnata la delega al CdA della Fondazione Mida e al PNCVDA; Rosanna Langone al Consiglio di indirizzo della Fondazione Mida e al Centro sportivo; Angela Cafaro si occuperà di Politiche sociali. Tutte e tre, a rotazione, faranno parte della Commissione Pari Opportunità. Intanto sabato prossimo, 8 giugno, alle ore 19 il Consiglio Comunale di insediamento.

 

Politica

Definite le nuove compagini amministrative si attendono ora solo i consigli comunali di insediamento e la presentazione dei nuovi assessori o consiglieri delegati.

Si parte da Sala Consilina che questa sera alle 19,00 con il consiglio comunale di insediamento prende il via anche l'impegno degli eletti in maggioranza. Il sindaco Cavallone ha voluto responsabilizzare tutti i componenti la maggioranza conferendo a ciascuno incarichi di grande valore di cui occuparsi.

Alcuni di loro, in  realtà, sono già al lavoro come per il consigliere Nicola Colucci che ha voluto effettuare ricognizioni del territorio per verificare personalmente la situazione ambientale di Sala Consilina essendo stato scelto da Cavallone come delegato all'ambiente e all'ecologia. Tutti Pronti, in ogni caso,  allo svolgimento dei loro incarichi tra deleghe confermate e nuove nomine.

Novità per Gelsomina Lombardi che oltre a doversi occupare di urbanistica, ricoprirà anche l'incarico di vice sindaco, precedentemente affidato a Luigi Giordano, confermato assessore delega Lavori Pubblici e Agricoltura. La delega alla cultura passa nelle mani del giovane Francesco Spinelli che dovrà anche occuparsi di politiche giovanili Turismo e Spettacolo. Confermate le deleghe precedenti a Elena Gallo che, in questo nuovo mandato avrà anche un ruolo in giunta come assessore allo Sport e Servizi Sociali. Gallo, inoltre, continuerà anche a ricoprire l'incarico di delegata alla comunità montana. Michele Galiano sarà assessore al Contenzioso, scuola, Innovazione Tecnologica e comunicazione.

Deleghe importanti anche per i consiglieri. Oltre alla delega su ambiente ed ecologia andata a Nicola Colucci, Vincenzo Garofalo ricoprirà il ruolo di delegato alle attività produttive e commercio. Della sanità se ne occuperà Bartolo Lettieri insieme a manutenzione e cimitero. Anna Di Somma delegata alla mensa scolastica, Pari opportunità e volontariato sonos tate affidate a Rosa Melillo. Sarà Antonio Lopardo ad occuparsi di Polizia Municipale, viabilità, centro storico e trasporto urbano.

Definite le date di insediamento anche negli altri comuni che, lo scorso 26 maggio, sono stati chiamati alle urne. Ben tre consigli comunali di insediamento sono previsti sabato. Saranno i sindaci Pietro Pessolano, Maria Antonietta Scelza e Carmine Adinolfi a prestare giuramento Sabato.

Ad Auletta il consiglio comunale dovrebbe essere previsto per le ore 17,00 anche se manca l'ufficialità. Ufficializzate date e orari per Salvitelle con il consiglio comunale previsto per le 18,30 e Casalbuono alle 19,30. Domenica 9 giugno l'insediamento del consiglio comunale di Caggiano con il giuramento del sindaco Modesto Lamattina.

Venerdì 14 giugno sarà la volta del consiglio comunale di San Pietro al Tanagro.

Non ancora definita invece la data per l'insediamento del consiglio comunale di San Rufo che ha visto la riconferma dell'uscente Michele Marmo alla guida del Comune

Anna Maria CAVA

 

Politica

Dichiarazioni a caldo di Pietro Pessolano, alla conferma a sindaco di Auletta per il terzo mandato consecutivo, dopo un'agguerrita campagna elettorale, hanno provocato nuove polemiche nel piccolo centro del Tanagro. Tanti gli attacchi ricevuti da Pessolano per aver dichiarato, al termine dello spoglio con enfasi "Non sarò il sindaco di tutti; non sarò il sindaco dei delinquenti". Parole che hanno provocato ulteriori attacchi verso Pietro Pessolano ma anche parole di stima e vicinanza da parte di colleghi sindaci.

A condannare in primis le parole a caldo del sindaco Pessolano il candidato della lista Auletta Nova Antonio Caggiano che il giorno dopo scrive una lettera inviandola alla Procura della Repubblica, in cui, oltre a definire gravi e ingiuriose nei confronti di una parte della popolazione le affermazioni del primo cittadino eletto, chiedeva di verificare se le affermazioni di Pessolano potessero essere perseguibili dal punto di vista penale. Nel contempo, però arrivano le parole di solidarietà del Sindaco di Pertosa Michele Caggiano e del sindaco di Buonabitacolo Giancarlo Guercio che manifestano subito la vicinanza e il sostegno al primo cittadino aulettese. Per Caggiano si tratta di uno sfogo a caldo dove, il riferimento ai delinquenti è molto generico, sottolineando come nessun sindaco vuole delinquenti nel comune. Anche Giancarlo Guercio non tarda a far pervenire la sua solidarietà a Pietro Pessolano che, evidenziando la grande stima verso il sindaco di Auletta, ha sottolineato come, pur nei modi e negli atteggiamenti colorati, ha una personalità schietta e uomo di grande onestà umana ed intellettuale.

"Mi è dispiaciuto - scrive Guercio - vederlo inserito in un tritacarne di derisione che svaluta la sua personalità, forse non apprezzata da alcuni, ma sicuramente di grande valore umano". Il messaggio del Sindaco di Buonabitacolo si chiude con un messaggio di auguri per il suo nuovo mandato. A dar forza invece alle parole del consigliere di minoranza Antonio Caggiano ci ha pensato il segretario provinciale del PD Enzo Luciano che attacca pesantemente Pietro Pessolano ritenendolo inadeguato a rappresentare una comunità. A rispondere al segretario provinciale del Partito Democratico a difesa di Pessolano, ci pensa Giuseppe Rinaldi, sindaco di Montesano che evidenziando e sottolineando la sua amicizia con Pessolano attacca duramente il coordinatore provinciale del PD per quanto affermato. "Se un Sindaco è adeguato o meno a rappresentare la sua città lo decide IL POPOLO CHE DEMOCRATICAMENTE VOTA e asserire il contrario è davvero saccente (tipico di quella cultura secondo cui i "migliori" sono sempre loro), scorretto e soprattutto OFFENSIVO per TUTTA la bella comunità di Auletta! Se Pietro Pessolano - continua Rinaldi - da un lato ha sbagliato nei toni, dopo un mese di campagna elettorale e i problemi che ha subito per fare politica che ha detto bene il collega di Pertosa solo un Sindaco può capire, almeno lui lo ha fatto a "caldo", per altro chiudendo le porte del Comune ai delinquenti (come non essere d'accordo e non mi pare abbia fatto nomi e cognomi), dall'altro lato - evidenzia Rinaldi - Luciano parla da Salerno a "freddo" e dice castronerie di non poco conto! I cittadini di Auletta o di qualsiasi altro Comune non hanno bisogno di nessuna lezione morale! Decidono da soli quando si vota alle comunali! Talvolta - conclude Giuseppe Rinaldi - è preferibile davvero tacere."

Anna Maria CAVA

 

Politica

404 i voti che hanno sancito la vittoria di Sala Viva sulla lista Salesi capeggiata da Domenico Cartolano che, comunque, è riuscita ad ottenere un risultato importante in un testa a testa al fotofinish e al cardiopalma contando su 3293 preferenze rispetto alle 3697 della lista Sala Viva. Un risultato che, seppur resta amaro, consente l'entrata in consiglio di 4 componenti della lista Salesi.

Accanto allo stesso candidato sindaco, entrano a far parte della minoranza consiliare anche Antonio Santarsiere, Teresa Paladino e Angela Freda. Domenico Carolano a bocce ferme riflette sul risultato ottenuto e anticipa la volontà di rappresentare una opposizione costruttiva che abbia come finalità primaria garantire il bene del Paese e, in tale ottica si dice anche pronto a collaborare con la maggioranza

Al termine della lunga ed intensa campagna elettorale Domenico Cartolano non manca di ringraziare quanti hanno condiviso con lui il programma e le idee della lista Salesi parlando di un forte attaccamento e intensi sentimenti di affetti che si sono istaurati tra i vari comoponenti della lista

Anna Maria CAVA

 

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.