Politica

Un confronto pre-elettorale davvero inedito quello svoltosi ieri a Polla presso il Centro Sociale Don Bosco, per iniziativa dell’Associazione “Grandi Passioni”. A rispondere sui maggiori temi di interesse per il futuro della cittadinanza pollese, ed a presentare le proprie soluzioni nel caso di vittoria alle amministrative del 26 e 27 Luglio, tutti e 4 i candidati al ruolo di primo cittadino che hanno accettato di sedere uno affianco all’altro e di sottoporsi al fuoco di fila di domande presentate dal moderatore, il giornalista del "Il Mattino" Pasquale Sorrentino. Presenti dunque Rocco Giuliano, capolista di “Pollesi per Polla”, Fortunato D’Arista che guida “Forza Polla”, Vanni Ritorto candidato sindaco de “Le 3 Spighe” e Raffaele Cammardella per “Polla Possibile”. Un momento di confronto collettivo che è durato quasi 3 ore, atteso e apprezzato dalla cittadinanza di Polla, che ha gremito l’auditorium del Centro Sociale Don Bosco dal primo all’ultimo minuto. Ma anche una grande dimostrazione di civiltà politica, sia da parte dello stesso pubblico presente, che da parte dei candidati in gara, che si sono affrontati sui temi proposti con grande “self control”. Certo non sono mancati momenti particolarmente accesi e delicati nel dibattito, ed alcune intemperanze da parte dei sostenitori dell’una o dell’altra parte. Ma alla fine a prevalere sono stati sempre gli applausi, e l’obiettivo che l’associazione “Grandi Passioni” si era ripromesso con l’iniziativa è stato ampiamente raggiunto. Cioè quello di poter dare ai cittadini pollesi il modo di confrontare non nei singoli comizi ma in una unica occasione la posizione delle 4 liste in campo sui temi di interesse generale. I candidati- sindaco, subito dopo un momento dedicato alla presentazione delle 4 liste, si sono affrontati a 360° sui tanti argomenti in campo, a partire dalla sicurezza e dai problemi legati ai furti e al traffico. Sotto i riflettori a seguire la condizione del Centro Storico e dei monumenti cittadini, le prospettive per lo sviluppo turistico, il Piano Urbanistico Comunale ed il futuro dell’Area Industriale, la raccolta rifiuti e il rapporto con il consorzio di Bacino SA3, la crisi del commercio e l’emigrazione dei giovani, le proposte per migliorare la macchina amministrativa e burocratica, ed infine le due situazioni di emergenza più preoccupanti, legate rispettivamente al declino dell’Ospedale Luigi Curto e al  bilancio comunale in rosso e alle annesse tasse comunali elevatissime per i pollesi. Alla fine chi ha vinto lo decideranno come sempre i cittadini nelle urne, ma si può già dire che ieri a Polla ha vinto la democrazia, e dare atto a tutti i candidati di aver accettato l’invito degli organizzatori e di essersi messi in gioco con grande correttezza e senso civico. L’intero confronto è stato ripreso dalle Telecamere di Uno Tv, e sarà trasmesso in forma integrale sul canale 646 del digitale terrestre a partire da martedì 21 Maggio, subito dopo l’edizione serale del nostro TG.

Antonio Sica 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.