Politica

Tutto ok al consiglio comunale di Padula che, dopo l'annullamento delle sedute consiliari per mancanza di numero legale, nella serata di ieri, giovedì 29 luglio, si è regolarmente riunito con l'approvazione di diversi argomenti all'ordine del giorno, tra cui anche l'approvazione del bilancio. Argomento approvato in consiglio regolarmente con lo spettro commissariamento allontanato definitivamente.

Nel corso dell'assise consiliare, inoltre, si è discusso su diversi altri argomenti tra i quali anche le agevolazioni sulla tari che l'amministrazione comunale di Padula, guidata dal Sindaco Paolo Imparato ha voluto riconoscere ad attività commerciali e famiglie vista l'emergenza covid che ha purtroppo toccato tutti seppur in maniera diversa. Dalla minoranza pare fosse arrivata la richiesta di modifica della decisione invitando l'amministrazione Imparato a puntare maggiormente sulle famiglie più bisognose senza, pertanto, estendere le agevolazioni a tutti i nuclei familiari. Richiesta che il sindaco non ha ritenuto opportuno accogliere evidenziando come, l'amministrazione comunale, nel corso di questi mesi difficili, ha già provveduto ad erogare sostegno economico alle famiglie che presentano maggiori difficoltà, attraverso ad esempio, il riconoscimento dei buoni spesa.

Per la maggioranza, la crisi da covid , ha colpito, seppur in maniera diversificata, tutte le famiglie che, pertanto, meritano di ricevere almeno un modesto aiuto. Approvata quindi, seppur con qualche voto contrario,  l'argomento relativo alle agevolazioni tari che prevedono esenzioni del pagamento dell'imposta per tutte le attività commerciali, mentre, per le famiglie è stata decisa una riduzione di 50 euro sull'importo da versare.

Approvata anche la variazione di bilancio prevista come da progetto approvato e sostenuto dal Piano Sociale di Zona. Argomento già precedentemente approvato nei mesi scorsi in giunta comunale e che è stato inserito all'ordine del giorno del consiglio comunale di giovedì per la ratifica. Tra i voti contrari su questo argomento pare vi sia anche quello della consigliera Cimino. Ritirato invece l'argomento relativo al rendiconto di gestione. Sul ritiro dell'argomento non ha influito tanto l'assenza del consigliere Comuniello che, poche settimane fa, prima delle dimissioni, ricopriva il ruolo di assessore al bilancio, quanto piuttosto la richiesta dei responsabili degli uffici competenti di effettuare ulteriori verifiche sul rendiconto prima di poter sottoporre al consiglio comunale il testo per l'eventuale approvazione.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.