Politica

La situazione politica a Sant’Arsenio è sempre più tesa. Ieri sera il gruppo di minoranza “SìCambia” ha incontrato la cittadinanza presso l’ex palazzo Fiordelisi in Piazza dei Padri Domenicani per esaminare le scelte politiche dell’amministrazione Pica. Qualche settimana fa, il 19 gennaio, all’auditorium comunale “Giuseppe Amabile” di Sant'Arsenio c’era stato un incontro pubblico indetto dal sindaco e la sua squadra, per fare il punto sui primi 2 anni e mezzo di governo della cittadina. “4 ore di relazione del Sindaco il quale – dicono gli avversari politici di SìCambia – non ha chiarito i reali motivi di tanta difficoltà nel tenere compatta la maggioranza, né tantomeno ha dissolto i dubbi sulle criticità che attraversa il nostro comune”. Una in particolare li ha spinti a organizzare l’incontro di ieri sera: la questione del debito (o dei debiti) fuori bilancio. La minoranza ha voluto spiegare alla comunità l'esposto, quindi illustrare la documentazione inviata alla Prefettura e alla Corte dei Conti.  

La questione del debito (o dei debiti) fuori bilancio – dicono da SìCambia – è stata liquidata in maniera semplicistica e rinviando a future azioni che non si sa che soluzione potranno dare ad una criticità economica palese. L’invito ad intervenire su questo argomento era giunto da parte del Segretario Generale e della Responsabile Area Amministrativa e Finanziaria, a tutti i consiglieri, il 28 ottobre 2019, ma ad oggi non si è proceduto ad effettuare le dovute azioni che avrebbero potuto salvaguardare gli interessi del Comune di Sant’Arsenio. Da parte nostra c’è stata l’immediata disponibilità a discutere nelle sedi competenti tale problematica, infatti, proprio a seguito della Pec pervenuta dai funzionari comunali, avevamo chiesto l’integrazione dell’argomento nell’odg del Consiglio Comunale che si sarebbe tenuto pochi giorni dopo, ma abbiamo riscontrato un atteggiamento ostruzionistico che ignorava le istanze della minoranza e le richieste dei funzionari stessi. L’unico momento di confronto si è avuto in una riunione tenutasi 24 ore prima del Consiglio Comunale che però non ha portato alcun chiarimento visto che gli stessi consiglieri di maggioranza sembravano essere all’oscuro del problema.  Anche gli ulteriori inviti a non perseverare in questo atteggiamento di negligenza, giunti dal Segretario e dalla Responsabile Amministrativa e ai quali si aggiungeva anche il parere del Revisore dei Conti, venivano ignorati da questa amministrazione nonostante si palesava la possibilità che il Segretario Comunale inviasse gli incartamenti ad organi superiori – così come riportato in una sua comunicazione scritta. A seguito di questi fatti ci siamo visti obbligati ad agire in merito per tutelare gli interessi della comunità santarsenese e per chiarire la nostra posizione che fin dall’inizio è stata di piena disponibilità a trovare una soluzione opportuna alla problematica”.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.