Politica

La regione Campania, la prossima primavera sarà chiamata alle urne per l'elezione del nuovo consiglio regionale. Un appuntamento a cui i partiti politici non vogliono trovarsi impreparati. In questo scenario arrivano anche i primi sondaggi che vedono il centrodestra vincente con il suo candidato Stefano Caldoro. Sembrerebbero infatti già decisi i candidati alla carica di presidente della Regione in tutti gli schieramenti politici. Pare ormai confermata la corsa separata tra PD e M5S a dispetto di quanto accade nel governo centrale. Dopo il flop dell'Umbria, i pentastellati, non hanno voluto ripetere l'esperienza di scendere in campo nelle regionali con gli alleati di governo. Presentandosi quindi con un proprio candidato sia in Emilia Romagna che in Calabria, si aprono le porte ad una scelta similare anche per la Campania. Sempre più probabile quindi la riproposizione dello stesso scenario del 2015.

Il Centro Destra punta compatto su Stefano Caldoro. Il centro sinistra pare sempre più deciso a riconfermare Vincenzo De Luca mentre il movimento 5 stelle si avvia verso la candidatura di Valeria Ciarambino. In questo scenario arrivano i primi sondaggi che confermerebbero il ritorno alla guida della Regione di Stefano Caldoro e del centro destra. A rendere noti i dati è Francesco Forte, ideatore dell'App iElezioni che ha elaborato i dati di Index Research e di NotoSondaggi entrambi che evidenziano il vantaggio del centro destra sul centrosinistra.

NOTO

Forte spiega come, secondo i dati di Noto Caldoro al 41,5, De Luca è al 32%, e Ciarambino al 17,5% con la coalizione di centrodestra avrebbe 30 consiglieri regionali, centrosinistra 12 e i grillini 8. Per Noto il partito più forte nel centro destra è Forza Italia con il 13%  ma la Lega è poco distante con il12,5% per entrambi arriverebbero 9 seggi , Fratelli d’Italia con l’11% avrebbe 8, 4 seggi per la lista Caldoro con il 5%. Nel centrosinistra il Pd con il 15% otterrebbe 7 seggi, 2 invece per De Luca Presidente e Campania Libera con il 6% 1 seggio per  Italia Viva con il 3% mentre nessun seggio per i Verdi che si fermerebbero al 2%”.

INDEX

Per Index invece sono più alte le percentuali per centro destra e centrosinistra mentre scende il consenso per la Ciarambino. Anche per Index Stefano Caldoro è in vantaggio di ben 12 punti percentuali con il 46% rispetto a De Luca che invece si ferma al 34% dei consensi, Valeria Ciarambino sembra poter contare su appena il 15% dei voti. Altra differenza tra Noto e Index è il partito più votato nel centro destra che pare sia la Lega con l'16% dei voti rispetto a Forza Italia che otterrebbe il 13% dei consensi e Fratelli d'Italia 10%. 16% anche per il PD che risulta essere l'unico partito nella coalizione di centro sinistra a superare la doppia cifra. Non superano il 5% le altre liste.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.