Politica

Elezioni regionali alle porte in Campania e già si pensa alle candidature per il territorio valdianese. In questi giorni diversi esponenti politici sono intervenuti in merito proprio alle candidature. Il ricordo di quanto accaduto nel 2015, al momento, sembra ancora vivo. Ora bisognerà vedere cosa accadrà quando si passerà alla composizione delle liste. Se da una parte arrivano inviti ad essere compatti su un unico nome, come richiesto da Luigi Giordano, dall'altra c'è chi si dice pronto a candidarsi come annunciato da Pietro Pessolano, sindaco di Auletta. Ed ecco che torna l'incubo 2015 quando il Vallo di Diano contava ben 9 candidati. Risultato scontato.

9 candidati in un territorio piccolo con pochi elettori effettivi, ha provocato la frammentazione inevitabile dell'elettorato rendendolo incapace di eleggere un suo rappresentante, avendo come competitor territori ben più grandi per numero di abitanti e quindi di elettori. Memori quindi di quanto accaduto quasi 5 anni fa e in vista delle prossime elezioni regionali in Campania, partono gli inviti all'unità territoriale. A condividere il pensiero dell'assessore di Sala Consilina Luigi Giordano che ha chiesto la convergenza su singoli candidati per i principali schieramenti, anche il consigliere comunale di Polla Graziano Vocca evidenziando soprattutto come non è più accettabile che il territorio presenti candidati a servizio dei partiti .

"Lodevole l'iniziativa dell'amico Luigi Giordano - dichiara Vocca - Le candidature di servizio per il partito possono anche essere accettate ma non se diventano un'abitudine e se si rivelano dannose per il territorio manifestando una totale mancanza di rispetto per la sua gente. Il Vallo di Diano - continua il consigliere comunale di Polla - ha le potenzialità per esprimere candidati validi e capaci di lavorare per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio. Perché ciò accada,  però, è necessario che il territorio si presenti compatti  nell'esprimere e supportare un candidato per schieramento. Siamo maturi e consapevoli che un numero cospicuo di candidati al servizio dei diversi partiti in lista provocherebbe una dispersione di voti a favore delle grandi città che oltretutto sono ben più organizzate".

Auspicando che gli amministratori locali, in questa prossima sfida regionale manifestino una maggiore unità e sintonia per il Vallo di Diano facendo valere le ragioni del territorio al cospetto dei loro partiti di riferimento, Graziano Vocca si rivolge anche al sindaco di Auletta Pietro Pessolano in riferimento al suo annuncio di essere pronto ad una candidatura. "Invito il sindaco e amico Pietro Pessolano - dichiara in conclusione Vocca - a non valutare da solo una sua candidatura, ma di condividerla con il suo schieramento politico".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.