Politica

Nel pomeriggio di ieri è spuntato un manifesto pubblico a Sant'Arsenio in cui l'assessore dimissionario Andrea Vricella spiega alla cittadinanza le motivazione che lo hanno spinto verso la decisione di abbandonare la maggioranza e rimettere le deleghe assegnategli.

Non sembra quindi intenzionato a tornare sui suoi passi e a cercare di ricomporre la frattura con il resto del gruppo da cui ha deciso di dissociarsi.

Nel manifesto pubblico Andrea Vricella, ringraziando quanti lo hanno sostenuto e scusandosi per la sua decisione, lascia intendere in maniera velata come il disaccordo tra alcuni componenti la maggioranza sia stato alla base della sua scelta.

Nel lettera ai cittadini infatti si legge: "Ho constatato che mi sono trovato in una compagine di persone perbene che vogliono spazio per poter amministrare per il bene di voi cittadini, poiché ho prevaricato con la mia voglia di fare e di risolvere problemi dal più piccolo al più grande anche in competenze che non mi appartenevano, mettendo - continua Vricella - gli altri componenti fantasma di questa amministrazione in condizioni di non poter operare per il Vostro Bene".

Con queste parole spiega quindi, in maniera velata seppur pungente, il motivo della sua decisione parlando poi con tono molto più deciso di voler lasciare spazio a chi, invece, in passato lo ha accusato di nutrire interessi personali nella sua attività di amministratore.

"Rimango consigliere Indipendente - continua Andrea Vricella nel Manifesto - rimanendo vigile su tutto ciò che si farà se si farà". L'assessore Vricella nel manifesto rivolto alla cittadinanza ha voluto sottolineare come, dopo al sua elezione e in questi primi due anni nel gruppo di maggioranza e da assessore, ha cercato sempre di impegnarsi per "risollevare le sorti di Sant'Arsenio".

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.